DirettaPartite.com

Jump to content.

LE PAGELLE – Le pagelle di Dinamo Kiev-Inter, terminata 2-1 per i nerazzurri

DYNAMO KIEV
Bogush 5 La papera al 90′ sul tiro di Muntari che regala il gol vittoria all’Inter è grave e decisiva. Prima si era disimpegnato bene anche se le occasioni migliori dell’Inter erano finite fuori o si erano infrante sul palo come nel caso del colpo di testa di Samuel.
Khacheridi 5 Va in affanno nell’ultima mezz’ora e non gli viene più un anticipo.
Almeida 5.5 Soffre il controllo di Eto’o anche se il camerunese non è in una delle sue serate migliori.
Magrão 6 Un costante punto di riferimento sulla sinistra dove è prezioso nel suo portare su la palla.
Mikhalik 5.5 Lavoro troppo oscuro, si aiuta con le maniere forti.
Gusev 6 Forse entra troppo tardi, a venti minuti dalla fine. C’era bisogno prima della sua vivacità, riesce a tenere su qualche pallone, ma i compagni sono spompati e non lo assistono.
Eremenko 6 Gioca bene per un’ora, è propositivo sulla destra e affonda con continuità. Sparisce nel finale.
Ninkovic 6 Motorino del centrocampo, sempre in movimento, è l’unico della Dinamo che continua a correre fino alla fine.
Vukojevic 5.5 Tiene botta fino al 60′, poi va in barca.
Milevsky 5 Incosistente e inconcludente. Aiuta poco la squadra e rimane troppo ai margini del gioco.
Yarmolenko 5.5 Nel primo tempo tiene bloccato Maicon. Si occupa più della fase difensiva, ma col suo talento avrebbe dovuto fare di più.
Shevchenko 7 Realizza un gol che, se voluto. è un capolavoro. Si sbatte per tutta la partita, con la sua esperienza prova ad aiutare i compagni e a trasmettere grinta.

INTER
Julio Cesar 5.5 Beffato dalla diabolica parabola di Shevchenko, poi è quasi spettatore.
Zanetti 6 Mourinho gli cambia posizione in corso d’opera. Il capitano è sempre prezioso soprattutto in fase difensiva.
Chivu 5 Gioca solo il primo tempo e Shevchenko lo fa impazzire.
Samuel 6.5 In mezzo alla difesa non perde mai la trebisonda. Pericoloso anche in attacco.
Lucio 5.5 I soliti goffi e scomposti interventi. Nel finale, però, la sua irruenza è preziosa per suonare la carica.
Maicon 5.5 Nel primo tempo si annulla a vicenda con Yarmolenko. Si accende solo nel finale quando comincia a scendere con coraggio.
Muntari 6 Entra a undici minuti dalla fine, il suo tiro da fuori è decisivo perché è da lì che scaturisce il gol vittoria di Sneijder.
Motta 5.5 Troppo ingessato, sbaglia qualche passaggio, è lento e legnoso.
Sneijder 8 Dal suo piede particolarmente caldo nascono tutte le azioni più pericolose dell’Inter. Ha anche il merito di segnare il gol vittoria.
Cambiasso 5 Corre a vuoto, non sa bene dove mettersi. Mourinho fa bene a toglierlo dopo 45 minuti.
Stankovic 6 Nel primo tempo non riesce a trovare gli spazi tra le linee, nella ripresa deve fare il mediano e si disimpegna meglio.
Balotelli 5.5 Porta un po’ di vivacità a inizio ripresa, poi sbaglia un gol clamoroso e da lì si incaponisce in giocate personali con unico risultato: perde sempre palla.
Eto’o 5.5 Gira troppo al largo, non trova mai il tempo per i giusti inserimenti.
Milito 7 Poco assistito dai compagni, prova a ritagliarsi da solo le occasioni da gol. Splendido quando realizza il gol del pareggio e commovente quando si catapulta sul pallone vagante non trattenuto da Bogush, che poi il portiere respinge sulla linea consentendo a Sneijder di mettere dentro il gol vittoria.

0 comments

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.


Read more

«
»