DirettaPartite.com

Jump to content.

LE PAGELLE – Le pagelle di Milan-Parma, gara terminata 2-0 (Serie A)

MILAN
Dida 6.5 Buon periodo, attento e felino, anche stasera non commette errori. Pare finalmente ripreso ed il popolo rossonero torna a sognare ancora il pluripremiato portierone. Redivivo.
Kaladze 6.5 Attento e sicuro rappresenta un ostacolo insuperabile per lo sterile attacco emiliano. Diga.
Zambrotta 6 Rileva Antonini al 52′ e, nonostante si veda meno in fase offensiva, copre con carattere ed esperienza.
Oddo 6.5 Buona la sua spinta sulla fascia destra caratterizzata da un numero innumerevole di cross anche se non tutti da standing ovation.
Thiago Silva 7 Nessuna distrazione per il difensore centrale del Milan. All’87′ davvero pregevole la sua azione in progressione partendo dalla difesa, scambio veloce con Borriello e conclusione di testa che si stampa sulla traversa. Anni fa si sarebbe commentato: “Avanza Baresi!”, un buon passo verso un’eredità pesantissima ma le qualità del giovane brasiliano fanno ben sperare.
Flamini s.v. Non giudicabile.
Seedorf 6.5 Determinante il suo apporto soprattutto nelle azioni d’attacco. Crea spazio e gioca a testa alta. Elegante.
Gattuso 6.5 Solita grinta e generosità al servizio della squadra. Guerriero.
Ambrosini s.v. Non giudicabile.
Pirlo 7 Da lui passano decine di palloni e lui li distribuisce in maniera egregia dettando i tempi della manovra offensiva rossonera. Oscar alla regia.
Antonini 6.5 Buon lavoro sulla fascia sinistra spesso in tandem offensivo con Ronaldinho. Esce al 52′ per infortunio, sostituito da Zambrotta.
Ronaldinho 7 In grande serata, si diverte e fa divertire con le sue magiche giocate. All’11′ indovina un assist in area che Borriello deve solo spingere in rete. Al 93′ si ripete e serve nuovamente il centravanti rossonero. Due magie, due gol. Dinho Potter.
Borriello 8 Al 12′ raccoglie in area un assist delizioso di Ronaldinho e calcia di sinistro tra le gambe di Mirante realizzando il gol del prezioso vantaggio rossonero. Poi tutta una gara di grande impegno e volontà fino al 93′ quando ancora su assist di Ronaldinho realizza con una mezza rovesciata la sua personale doppietta. Cecchino.
Pato 7 Vivacissimo tiene costantemente in apprensione la retroguardia gialloblu con le sue giocate in velocità. Al 69′ viene anche placcato in area da due difensori ma per l’arbitro è tutto, inspiegabilemente, regolare. Incontenibile.

PARMA
Mirante 5.5 Salva parecchio durante tutta la gara ma sulle due reti non è certo incolpevole: sotto le gambe il primo gol e non prova nemmeno ad intervenire sul secondo.
Zaccardo 6 Buon lavoro di copertura specie nella ripresa.
Panucci 4.5 Nervoso e spaesato. Emblematica l’immagine che lo vede immobile ed estasiato nell’ammirare la bella sforbiciata di Borriello che vale il 2-0. Incantato.
Lucarelli 6 Spinge bene sulla sinistra mettendo talvolta in seria apprensione la retroguardia rossonera. Pungente.
Dellafiore 5.5 Soffre parecchio le scorribande di Ronaldinho. Disorientato.
Dzemaili 6 Grande impegno ed una traversa che sta ancora tremando al Meazza. Al 61′ lascia spazio ad Amoruso.
Galloppa 5.5 Più quantità che qualità. Al 76′ lascia spazio a Budel.
Morrone 6 Buon lavoro in fase d’interdizione a metà campo, decisamente meno nelle conclusioni.
Budel s.v. Non giudicabile.
Lunardini 5 A metà campo è praticamente sovrastato dall’asfissiante manovra di Pirlo.
Bojinov 5 Viene controllato dalla difesa rossonera e quando riesce a trovare qualche conclusione finiscono tutte fuori misura. Imballato.
Amoruso 5 Lento e macchinoso non rappresenta mai un problema per la difesa di casa.
Lanzafame 5 Venticinque minuti di falli a volontà. Spacca ossa.
Paloschi 5.5 Pressa parecchio ma l’unica vera buona occasione la trova al 71′ quando controlla bene in area e conclude ma la palla, purtroppo per lui, si pegne di pochissimo alta sopra la traversa. Pochino.

PAGELLE – Le pagelle di Milan – Roma, terminata 2-1

MILAN
Dida 7 Tiene a galla i suoi nel primo tempo, con gli interventi su Menez e De Rossi.
Zambrotta 5 Pochissimo da segnalare. Ed è un male per il gioco del Milan.
Nesta 6.5 Nel primo tempo balla un po’ ma ha il merito di conquistare il rigore del rilancio.
Oddo 5.5 Soffre all’inizio, come tutti. Alla fine rischia con Guberti dalla sua parte.
Thiago Silva 5 Partenza shock: un gol regalato ed un quasi rigore su Menez. Ripresa sufficiente.
Abate 6.5 Dida a parte, l’unico positivo dei rossoneri nei primi 45′. Esce per infortunio.
Flamini s.v. Entra nel finale.
Pirlo 6 Giochicchia senza lampi, ma è il solito punto di riferimento della manovra rossonera.
Ambrosini 5.5 Lotta come suo solito. Due gialli in due minuti: assurdi per uno come lui.
Seedorf 6 Spazientisce i tifosi con un paio di giocate inutili, ma il palo nel primo tempo rischia di cambiare in anticipo la storia della gara.
Ronaldinho 6.5 Dopo tanti dubbi, realizza di giustezza il rigore e poi l’illuminante lancio per il 2-1 di Pato.
Inzaghi 6 Subito nel vivo, va vicino al pari dopo soli 120 secondi della ripresa.
Pato 6.5 Prima frazione disastrosa. Rete decisiva per il rilancio del Milan.

ROMA
Doni 6.5 La deviazione che causa il palo di Seedorf poteva essere determinante. Incolpevole sui gol subiti.
Riise 5 Abate lo mette in crisi. Nell’azione del 2-1 “dimentica” Pato.
Mexes 6 Non deve sudare più di tanto.
Burdisso 5.5 Dopo aver giganteggiato, causa stupidamente il rigore: scivolata in zona minata, paga dazio.
Taddei 5.5 Maluccio. Più di pressing che di offesa.
De Rossi 6.5 Gladiatorio come suo solito. Sfiora il 2-0 nella prima frazione.
Perrotta 5.5 Stesso discorso fatto per Taddei. Guberti fa di più in soli 20′.
Cassetti 6 Tiene botta senza strafare.
Pizarro 6 Perde la bussola nella ripresa, finale molto nervoso.
Guberti 6.5 Buon impatto sul match, specialmente a sinistra.
Vucinic 5.5 Manca il raddoppio ipnotizzato da Dida.
Baptista s.v. Nessun lampo.
Menez 7 Partenza incontenibile. Un gol ed un paio d’altri brividi creati alla retroguardia del Milan. Poi un calo inevitabile.
Okaka Chuka s.v. Poco da segnalare.

PAGELLE – Le pagelle di Atalanta-Milan, terminata 1-1 (Serie A)

ATALANTA
Consigli 7.5 Due miracoli, uno su Pato, l’altro su Ronaldinho.
Bellini 6 Fa bene a sinistra bloccando Flamini nel primo tempo. Scende poco sulla fascia.
Pellegrino 6.5 Gioca con ruvidità, ma è sempre efficace.
Manfredini 7 E’ il leader del bunker atalantino, che nella ripresa resiste al forcing del Milan fino al gol di Ronaldinho.
Peluso 5 Sfiora un clamoroso autogol e dà la sensazione di essere insicuro.
Padoin 6 Fa un lavoro oscuro a centrocampo, chiude bene e non spreca i palloni che tocca.
Garics 6.5 Bene a destra, chiude su Seedorf e si propone davanti.
Guarente 6.5 Sempre in movimento a fare pressing, nel primo tempo imposta anche qualche buona azione.
Caserta 5.5 Prende il posto di Doni nell’ultima mezz’ora, si mette a fare il difensore, ma da lui ci si aspettava che tenesse e portasse su qualche pallone in più per allentare la pressione.
Doni 7 Una prestazione maiuscola per intensità e classe. Costretto a uscire per infortunio.
Radovanovic 4 Due ingenuità gli costano la doppia ammonizione, che mette in difficoltà tutta la squadra.
Valdes Zapata 5.5 Qualche spunto, ma troppo a corrente alternata.
Ceravolo 6 Al posto di Tiribocchi dal 56′, prova a fare la prima punta. Si impegna e rimane sempre lì pronto a colpire in contropiede.
Tiribocchi 6.5 Ha il merito del gol ed è bravo a fare a sportellate con Favalli.

MILAN
Storari 6 Incolpevole sul gol, per il resto l’Atalanta non lo impensierisce più di tempo. Nella ripresa fa da spettatore.
Favalli 6 Nel secondo tempo l’Atalanta può far male solo in contropiede, lui sembra poter controllare tutto più con la forza del pensiero che con le gambe.
Nesta 8 Il migliore in campo, una spanna sopra tutti. In difesa è impeccabile, dalle sue parti non si passa. A un certo punto avanza il suo raggio d’azione e gioca quasi da trequartista. E’ lui a dare l’assist a Ronaldinho e a trascinare i compagni. Un leader lucido e carismatico.
Zambrotta 5.5 In costante proiezione offensiva, ma non mette mai una palla buona.
Seedorf 5 Si ritrova sui piedi un paio di buone occasioni, ma le spreca. Per il resto il solito trottelerrare asfittico.
Pirlo 5.5 Rallenta il gioco, non inventa.
Ambrosini 6 Sta attento a chiudere subito sui centrocampisti avversari quando potrebbero ripartire in contropiede.
Gattuso 5 Sembra che non ce la faccia più. Va a raddoppiare sempre con grande generosità, ma i palloni recuperati sono quasi zero.
Abate 6 Preme in continuazione sulla destra, sbaglia qualcosa, ma nel complesso il suo contributo risulta utile.
Flamini 5 Corre male, sbaglia troppi passaggi.
Huntelaar 4 Impalpabile, troppo leggero, poco convinto. Un corpo estraneo.
Ronaldinho 7 Inserimento nello spazio sul filo del fuorigioco, stop di petto in corsa e tiro al volo di esterno destro. Finalmente un gol degno del suo passato.
Pato 5 Qualche guizzo, ma mai decisivo. Fallisce clamorosamente la palla del pareggio al 49′.
Inzaghi 5.5 Poco più di mezz’ora in campo, si piazza in area durante l’assedio del Milan, non ha l’occasione, ma neanche se la cerca con il movimento.

PAGELLE – Le pagelle di Milan-Bari, terminata 0-0

MILAN
Storari 8 – Compie almeno quattro prodezze che salvano il Milan da una sconfitta sicura.
Zambrotta 5 – Non si vede quasi mai in fase di spinta.
Nesta 6 – Dà molta sicurezza ad un reparto che oggi era molto in difficoltà.
Oddo s.v. – Entra a pochi minuti dalla fine.
Kaladze 5.5 – Molto ingenuo in varie circostanze.
Abate 6.5 – Molto bene sia in fase di copertura sia in fase di spinta.
Pirlo 5.5 – Pochi lanci per i compagni e male sulle punizione battute.
Ambrosini 5 – Non riesce a trovare lo spuntio giusto per ripartire.
Seedorf 4.5 – Prestazione assolutamente deludente.
Gattuso 5.5 – Male soprattutto nel possesso del pallone.
Inzaghi 5.5 – Non riceva alcun pallone giocabile.
Huntelaar 4 – In campo sembra un fantasma, non prende mai un pallone nemmeno per sbaglio.
Ronaldinho 5 – Doveva essere il protagonista del match, ma la sua partita risulta essere ben sotto la sufficienza.
Pato 5.5 – Appena entrato dà una bella palla per Ronaldinho ma poi col tempo si perde.

BARI
Gillet 6 – Deve compiere una sola parata, quella su Ronaldinho.
Masiello 6.5 – Molto bene sia in fase di difesa sia in fase di proposizione.
Bonucci 6 – Un suo colpo di testa per poco non porta in vantaggio la sua squadra
Ranocchia 6.5 – Gestisce con sicurezza e tranquillità il reparto arretrato.
Rivas 7 – Compie per due volte delle azioni personali ma in entrambe le circostanze sbaglia la mira.
Donati 6 – Fa una buona partita ma sbaglia troppe occasioni facili.
Alvarez Reyes 6.5 – Molto buone le sue ripartenze in contropiede anche se spesso è troppo attaccatto al pallone.
Masiello 6.5 – Va vicino al gol di testa in un paio di occasioni.
Gazzi 6 – Dimostra buone doti anche nelle conclusione da lontano.
Kutuzov 5.5 – Poco incisivo in fase di attacco.
Langella s.v. – Entra a pochissimo dalla fine.
Meggiorini 5 – Da quando entra sbaglia un gol ormai fatto e qualche passaggio semplice.
Barreto 6 – Ci si aspettava qualcosa di più dai suoi piedi.

PAGELLE – Le pagelle di Udinese-Milan, terminata 1-0 per i friulani (Serie A)

UDINESE
Handanovic 6.5 Non è molto impegnato, ma si fa trovare sempre pronto quando il Milan riesce a calciare verso lo specchio. Bravo a non farsi uccellare da Ronaldinho nel finale.
Domizzi 6.5 Ha buon gioco nel neutralizzare uno spento Pato.
Lukovic 6.5 Presidia bene la sua zona di competenza con dedizione e concentrazione.
Basta 6.5 E’ quasi un debuttante, ma si disimpegna con intelligenza e sicurezza.
Coda 5.5 Qualche sbavatura di troppo tiene in apprensione tutta la difesa, allegro nei disimpegni.
D’Agostino 6 Un po’ in affanno nei primi venti minuti, poi lentamente si riprende ricorrendo a tutta la sua esperienza.
Lodi 7 Sempre pulito e ordinato, tocchi intelligenti e buona visione di gioco.
Sammarco s.v. Entra a dieci minuti dalla fine.
Inler 6.5 Guida il pressing e fa girare la palla con sapienza.
Isla 6.5 Si fa male poco prima della mezz’ora, ma fa in tempo a creare la giocata decisiva da cui scaturisce il gol di Di Natale.
Sanchez 6.5 I soliti venti minuti di intraprendente vivacità. Sfiora il gol con una gran botta da fuori.
Pepe 6 E’ un po’ svagato, potrebbe affondare di più, ma tutto sommato è utile alla squadra.
Floro Flores 6.5 Si sacrifica molto impegnandosi in fase di contenimento, ma non fa mancare il suo apporto neanche in avanti.
Di Natale 8 E’ in forma eccellente, oltre al settimo gol in cinque partite, tanti tocchi raffinati, sfiora la seconda rete e gioca sempre per la squadra. Da nazionale.

MILAN
Storari 7 Sempre attento ed efficace, salva il risultato e tiene in partita i suoi fino alla fine. Sul gol è incolpevole.
Zambrotta 5.5 Va su e giù sulla fascia, ma non imbrocca un cross. Tanta quantità, ma scarsa qualità.
Nesta 6 L’unico della difesa che si salva, tiene in piedi una baracca che fa acqua da tutte le parti.
Oddo 4 Non imbrocca un cross, si fa saltare in continuazione dagli esterni dell’Udinese, sempre in affanno, sbaglia gli appoggi più semplici.
Kaladze 5 Si fa saltare ingenuamente da Isla nell’occasione che porta al gol di Di Natale. In aggiunta, altre sconcertanti amnesie.
Abate 6 Accelera e crea pericoli. Non si capisce perché non goda della piena fiducia dell’allenatore.
Flamini 5 Macina chilometri a centrocampo, ma si ha la sensazione che il suo sia un correre a vuoto e senza raziocinio.
Pirlo 6.5 Prova a trascinare la squadra, ma predica nel deserto, si sposta a sinistra, da dove fa nascere le azioni più pericolose del Milan.
Seedorf 5.5 Trotterella sulla trequarti, qualche passaggio di troppo sbagliato ma, a differenza di altre volte, dimostra di volersi impegnare. Non è nella sua miglior serata.
Gattuso 5 Non riesce più a riconquistare palloni come una volta e se non fa questo, gli rimane ben poco.
Pato 4 Un fantasma, molle, inconsistente. Non è Pato, ma la sua più brutta controfigura.
Inzaghi 5 La squadra non lo aiuta, ma lui si muove poco e perde troppi palloni.
Huntelaar 5.5 Più mobile di Inzaghi, qualche pallone sporco passa dalle sue parti, ma non riesce a trasformarlo in occasione da gol.
Ronaldinho 6.5 Mezz’ora di qualità e classe. Il suo ingresso rivitalizza i suoi. Per poco non gli riesce il colpaccio.

Le pagelle di Milan-Bologna, terminata 1-0 per i rossoneri

MILAN
Storari 7 – Deve compiere un solo interevento in tutta la gara ma fondamentale ai fini del risultato.
Nesta 6.5 – Buona prestazione, dà sicurezza a tutto il reparto difensivo.
Favalli 6 – Partita attenta anche se non particolarmente brillante.
Oddo 6 – Appena entrato mette subito in difficoltà la difesa ospite.
Kaladze 6 – Non soffre particolarmente gli attacchi bolognesi.
Jankulovski s.v. – Entra a pochi minuti dalla fine.
Abate 6.5 – Offre dei buoni spunti dalla destra, si dimostra un veterano.
Ambrosini 6 – Non convince più di tanto ma alla fine combatte su ogni pallone.
Pirlo 6.5 – Compie dei buoni lanci per gli attaccanti che non sfruttano nei migliori dei modi.
Seedorf 6 – Settantacinque minuti di partita assolutamente inguardabili, il gol partita riscatta la sua deludente prestazione.
Gattuso 6 – Rientra dopo l’infortunio e dimostra subito di essere in palla, unico errore il tiro ravvicinato terminato alto.
Pato 5.5 – Ha a disposizione pochi palloni ma talvolta è impreciso come nell’occasione del palo.
Inzaghi 5 – Sbaglia tre gol solo davanti al portiere non da lui.
Huntelaar 5 – Gioca sessanta minuti di gara in maniera assolutamente impalpabile.

BOLOGNA
Viviano 6.5 – Compie due buone parate sulle conclusione di Inzaghi.
Raggi 6 – Dà molto fastidio ai centrocampisti milanisti in molte circostanze.
Britos 6 – Riesce ad arginare per la maggior parte della partita gli attacchi rossoneri.
Lanna 6 – Molto attento per quasi tutta la gara.
Portanova 6 – Bene in difesa, sbaglia di testa il clamoroso gol dell’1-1.
Zenoni 5.5 – Poco efficacie sulla sua fascia di competenza.
Mutarelli 5 – Non si vede mai da quando entra in campo.
Mingazzini 6.5 – Il suo destro potente per il possibile 1-1 trova l’opposizione di un grande Storari.
Guana 5 – Fa fatica a creare spazio per i suoi compagni di gioco.
Valiani 5.5 – A differenza dell’anno scorso non diventa il protagonista del match, fa fatica a proporsi in avanti.
Bombardini 5 – Entra in campo in maniera subito nervosa.
Zalayeta 5 – Si vede molto poco e male.
Di Vaio 5 – Non si vede quasi mai anche se non sempre per colpa sua.
Osvaldo 5 – Non riesce a cambiare il verso della partita.

PAGELLE – CHAMPIONS LEAGUE/ Il Milan è sempre Inzaghi. Le pagelle dei rossoneri (Olympique Marsiglia-Milan 1-2)

MARSIGLIA-MILAN 1-2 (Primo tempo 0-1)

MARCATORI: Inzaghi (M) al 28’ p.t.; Heinze (OM) al 4’, Inzaghi (M) al 29’ s.t.

MARSIGLIA (4-3-1-2): Mandanda; Kaborè, Diawara, Heinze, Taiwo; Cissè (43′ st Morientes), Mbia, Cheyrou; Lucho (30′ st Ben Arfa); Niang, Brandao. (Andrade, Bocaly, Hilton, Abriel, Valbuena). All.: Deschamps

MILAN (4-3-1-2): Storari; Oddo, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta; Ambrosini (13′ st Gattuso), Pirlo, Flamini; Seedorf (48′ st Abate); Inzaghi (42′ st Huntelaar), Pato. (Dida, Kaladze, Jankulovski, Abate, Ronaldinho). All.: Leonardo.

ARBITRO: Claus Bo Larsen (Danimarca).

NOTE – Spettatori: 60mila circa. Ammoniti Zambrotta e Flamini per gioco falloso; Storari per comportamento non regolamentare. Angoli 5-3 per il Marsiglia. Recuperi pt 1′, st 5′

Storari 6,5: incolpevole sul goal del pareggio di Heinze, dimostra una buona personalità nel suo debutto europeo. Sicuro nelle uscite sventa nel primo tempo un bel tiro di Cheyrou.

Oddo 5,5: non è ancora in forma e si vede. Cerca di tamponare le accelerazioni di Taiwo, non sempre ci riesce, si lascia scappare Heinze nell’azione del goal francese.

Nesta 6,5: qualche sbavatura in fase di impostazione, ma come sempre efficace nella marcatura su Brandao. E’ un piacere vederlo all’opera nella sua “classica” scivolata per anticipare l’avversario.

Thiago Silva 6: meno efficace del compagno di reparto, soffre particolarmente il funambolico Niang. Tiene bene soprattutto nelle palle aeree e spesso aiuta Zambrotta sull’out di sinistra.

Zambrotta 5,5: dalla sua fascia di competenza arrivano spesso pericoli per la difesa rossonera, il ritorno all’antico ruolo non lo ha certo aiutato.

Ambrosini 5,5: primo tempo giocato benino, ma nella ripresa cala vistosamente. Acciaccato lascia il posto in campo a Gattuso.

Pirlo 6: meno ispirato rispetto alla prestazione fornita in Nazionale, il centrocampista bresciano sbatte spesso contro il muro dei francesi, ma mantiene la calma per impostare le azioni.

Flamini 6,5: motore inesauribile del centrocampo rossonero, aggredisce il portatore di palla avversario. Pericoloso un suo intervento su un giocatore del Marsiglia, poteva costargli il rosso diretto.

Seedorf 7,5: schierato al posto di Ronaldinho dimostra di avere un altro passo. Lo chiamano Mister Champions non a caso, da grande campione sfodera una prestazione super coronata dai due assist per Inzaghi.

Inzaghi 8: due assist e mezzo ricevuti dai compagni e due goals. Cosa volere di più da un attaccante? Maledettamente concreto in area di rigore, non tramonta mai, ha già stabilito le gerarchie in Champions League, con buona pace di Huntelaar e Borriello.

Pato 5,5: nel primo tempo prova qualche accellerazione, nel secondo tempo con il Milan in grossa difficoltà, svanisce nel nulla. Prova incolore per il talento brasiliano.

Gattuso 7: entra in campo per nulla intimorito dal centrocampo francese. Ha una marcia in più rispetto ad Ambrosini e si vede, lotta come un guerriero non fermandosi mai.

Leonardo 7: la scelta di rinunciare a Ronaldinho è stata vincente. Ha rischiato, ma la prestazione sontuosa di Seedorf gli ha dato ragione. Il coraggio dei vincenti.

SINTESI – Livorno – Milan 0-0 (Serie A)

GUARDA IL VIDEO DELLA SINTESI DELLA PARTITA TRA LIVORNO E MILAN


PAGELLE – Livorno – Milan (0-0)

LIVORNO
De Lucia 6.5 Attento e concentrato, neutralizza un pericoloso tiro di Pato.
Miglionico 6.5 Annulla Huntelaar anche se il compito stasera non sembrava così difficile.
Perticone 6.5 Sempre bravo a fermare Pato prima che il brasiliano parta in velocità.
Vitale 6 Qualche buona giocata sulla sinistra e nessun errore.
Candreva 7.5 Il migliore in campo, inesauribile. Corre a tutto campo, ribalta sempre l’azione, crea pericoli in avanti e impegna Storari con conclusioni da fuori e calci di punizione dal limite.
Pulzetti 7 Un costante punto di riferimento sulla destra, prova sempre a puntare il fondo.
Raimondi 5.5 Arranca un po’ e commette qualche fallo di troppo.
Mozart 6.5 L’ultimo arrivato si inserisce molto bene, pedina preziosa in mezzo al campo.
Moro 6 Preciso e ordinato, ogni tanto si fa vedere anche davanti.
Lucarelli 6.5 Lotta, sgomita, tiene impegnati Nesta e Thiago Silva. Una bella prova macchiata da qualche errore di troppo sotto porta.
Tavano 5 Gioca sotto tono, non trova gli spazi giusti per rilasciare la sua velocità.

MILAN
Storari 7 Bravo a opporsi alle pericolose conclusioni di Candreva.
Oddo 4.5 Un rientro in linea con le prestazioni che regalava quando era titolare. Svagato in difesa, continui errori in fase offensiva.
Jankulovski 5 Ogni tanto dimentica la diagonale, nullo in avanti.
Nesta 6 La sua esperienza tiene a galla la difesa ed evita pericolosi scivoloni.
Thiago Silva 5.5 Commette qualche errore di troppo soprattutto in avvio di gara.
Ambrosini 5.5 Grinta in fase difensiva, troppo poco in fase di costruzione.
Seedorf 5.5 Ogni tanto dal suo piede partono idee interessanti, ma sul piano del movimento ormai è completamente fermo.
Flamini 6.5 E’ il più positivo tra i suoi, dinamico, cerca di combinare qualcosa.
Huntelaar 4 Un pesce fuor d’acqua. Non sa cosa fare e si vede.
Pato 4.5 Si nasconde, non parte mai, prova brutta non solo dal punto di vista tecnico, ma anche per la scarsa personalità dimostrata.
Ronaldinho 4 Non pervenuto.

PAGELLE – Milan azzerato. Le pagelle dei rossoneri. (Milan-Inter 0-4)

MILAN-INTER 0-4
(Primo tempo 0-3)
MARCATORI: Thiago Motta (I) al 29′, Milito (I) su rigore al 36′, Maicon (I) al 46′ p.t.; Stankovic (I) al 22′ s.t.
MILAN (4-3-1-2): Storari; Zambrotta, Nesta, Thiago Silva, Jankulovski; Gattuso, Pirlo, Flamini (Seedorf dal 1′ s.t.); Ronaldinho (Huntelaar dal 19′ s.t.); Pato, Borriello (Ambrosini dal 1′ s.t.)(Roma, Abate, Onyewu, Inzaghi). All. Leonardo
INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Chivu; Zanetti, Stankovic, Thiago Motta (Muntari dal 15′ s.t.); Sneijder; (Vieira dal 29′ s.t.) Milito (Balotelli dal 34′ s.t.), Eto’o (Toldo, Cordoba, Santon, Suazo). All. Mourinho
ARBITRO: Rizzoli di Bologna; assistenti Lanciano e Rossomando.
NOTE: Spettatori 78.467 per un incasso di 2.328.645 euro. Ammoniti Flamini, Samuel, Gattuso, Chivu per gioco scorretto. Al 40′ p.t. Gattuso espulso per somma di ammonizioni. Angoli 2-4. Recuperi 3′ pt, 0 st.

Berlusconi 0 Non è stato mai capace di lasciare nulla di quello di cui si è impossessato. Ci porterà nella tomba se non se ne va via subito, come invece ha fatto scappando dallo stadio a mezz’ora dalla fine. È stata meno umiliante la serie B, in una partita ha cancellato 20 anni di gloria.

Storari 0
Zambrotta 0
Nesta 0
Thiago Silva 0
Jankulovski 0
Flamini 0
Gattuso 0
Pirlo 0
Ronaldhino 0
Borriello 0
Pato 0

Pagina successiva »