DirettaPartite.com

Jump to content.

PAGELLE – Le pagelle di Milan – Roma, terminata 2-1

MILAN
Dida 7 Tiene a galla i suoi nel primo tempo, con gli interventi su Menez e De Rossi.
Zambrotta 5 Pochissimo da segnalare. Ed è un male per il gioco del Milan.
Nesta 6.5 Nel primo tempo balla un po’ ma ha il merito di conquistare il rigore del rilancio.
Oddo 5.5 Soffre all’inizio, come tutti. Alla fine rischia con Guberti dalla sua parte.
Thiago Silva 5 Partenza shock: un gol regalato ed un quasi rigore su Menez. Ripresa sufficiente.
Abate 6.5 Dida a parte, l’unico positivo dei rossoneri nei primi 45′. Esce per infortunio.
Flamini s.v. Entra nel finale.
Pirlo 6 Giochicchia senza lampi, ma è il solito punto di riferimento della manovra rossonera.
Ambrosini 5.5 Lotta come suo solito. Due gialli in due minuti: assurdi per uno come lui.
Seedorf 6 Spazientisce i tifosi con un paio di giocate inutili, ma il palo nel primo tempo rischia di cambiare in anticipo la storia della gara.
Ronaldinho 6.5 Dopo tanti dubbi, realizza di giustezza il rigore e poi l’illuminante lancio per il 2-1 di Pato.
Inzaghi 6 Subito nel vivo, va vicino al pari dopo soli 120 secondi della ripresa.
Pato 6.5 Prima frazione disastrosa. Rete decisiva per il rilancio del Milan.

ROMA
Doni 6.5 La deviazione che causa il palo di Seedorf poteva essere determinante. Incolpevole sui gol subiti.
Riise 5 Abate lo mette in crisi. Nell’azione del 2-1 “dimentica” Pato.
Mexes 6 Non deve sudare più di tanto.
Burdisso 5.5 Dopo aver giganteggiato, causa stupidamente il rigore: scivolata in zona minata, paga dazio.
Taddei 5.5 Maluccio. Più di pressing che di offesa.
De Rossi 6.5 Gladiatorio come suo solito. Sfiora il 2-0 nella prima frazione.
Perrotta 5.5 Stesso discorso fatto per Taddei. Guberti fa di più in soli 20′.
Cassetti 6 Tiene botta senza strafare.
Pizarro 6 Perde la bussola nella ripresa, finale molto nervoso.
Guberti 6.5 Buon impatto sul match, specialmente a sinistra.
Vucinic 5.5 Manca il raddoppio ipnotizzato da Dida.
Baptista s.v. Nessun lampo.
Menez 7 Partenza incontenibile. Un gol ed un paio d’altri brividi creati alla retroguardia del Milan. Poi un calo inevitabile.
Okaka Chuka s.v. Poco da segnalare.

PAGELLE – Le pagelle di Roma – Napoli terminata 2-1 (Serie A)

ROMA
Lobont 5.5 Incerto sul gol di Lavezzi, peraltro incassato dopo pochi minuti dal suo ingresso. Non ha troppe occasioni per riscattarsi.
Julio Sergio s.v. senza voto
Motta s.v. senza voto
Riise 5.5 Poche iniziative sulla fascia, ci prova dalla lunga distanza ma la mira non è quella delle giornate migliori.
Burdisso 6.5 Dà sicurezza a tutto il reparto facendo valere il proprio mestiere e il proprio tempismo nella chiusure.
Andreolli 6 Soffre quando dalle sue parti arriva Lavezzi ma nel complesso merita la sufficienza.
De Rossi 6 Gara ordinata ma nulla più. Dà l’impressione di voler tirare il fiato.
Perrotta 6.5 Pericoloso già nei primi minuti, gioca un buon primo tempo entrando anche nell’azione del pari. Cala però nella ripresa, rimediando un gialllo e rischiando il secondo nel finale.
Cassetti 6 Si piaza a destra, contro Datolo che gli dà più di un grattacapo, ma alla fine se la cava.
Pizarro 6.5 Metronomo del centrocampo, bravo sia in interdizione che nell’impostazione.
Faty 6.5 Alcune buone iniziative, tra cui un gran tiro al volo che avrebbbe meritato miglior fortuna.
Totti 7.5 La Roma vince grazie a lui: fortunato sul primo gol,ma il secondo è una sua personale prodezza, che gli costa anche un infortunio al ginocchio. Resta stoicamente in campo per non lasciare la squadra in 10 e riesce ugualmente a rendersi utile.
Vucinic 5.5 Lotta, va su tutti i palloni ma manca in fase di conclusione.
Cerci 5.5 Tanto impegno ma conclude poco.

NAPOLI
De Sanctis 7 Due grandi interventi su Perrotta e Totti, sui gol non può fare di più.
Contini 5.5 Fa molta fatica con Totti, ricorre ai falli per arginarlo ma anche così va in sofferenza.
Cannavaro 5.5 Nervoso, litiga con Vucinic, ed è assente sull’azione del pari.
Maggio 5.5 Buon inizio, cala però nel finale, proprio quando il Napoli ne avrebbe bisogno per l’assalto finale.
Rinaudo 6 Il migliore dei tre difensori, ci mette energia e abnegazione.
Zuniga s.v. senza voto
Gargano 6 Solito lottatore, tra i pochi a restare lucido fino alla fine, anche se non può essere lui a risollevare le sorti della sua squadra.
Cigarini 5.5 Generoso, nulla più.
Hamsik 5.5 Corre molto, spesso a vuoto. Entra nell’azione del gol di Lavezzi, ma potrebbe fare di più.
Lavezzi 6.5 Un bel gol, fortemente voluto e tanto dinamismo, anche se i compagni faticano a stargli dietro.
Hoffer 5.5 Una sola azione degna di nota, un colpo doi testa fuori, ed è anche l’azione più pericolosa del Napoli nella ripresa.
Quagliarella 5.5 In calo, tenta un paio di conclusioni nettamente fuori bersaglio. Non riesce a dare imprevedibilità all’attacco napoletano.
Datolo 6.5 Prestazione convincente, va spesso al tiro e al cross, dalla sua parte nascono le azioni migliori.
Denis s.v. senza voto

PAGELLE – Le pagelle di Catania-Roma, finita 1-1

CATANIA
Andujar 6.5 -Corre pochissimi pericoli, vista anche la poca vena al tiro degli avversari.
Bellusci 6 -Subentra all’infortunato Spolli negli ultimi 20′.
Capuano 6.5 -Ottimo primo tempo, dove riesce a portarsi anche al tiro. L’ingresso in campo di Cerci nella ripresa lo costringe a limitare il raggio d’azione nella propria metà campo.
Potenza 6.5 -Prova priva di sbavature. Copre bene gli spazi sugli attaccanti avversari.
Silvestre 6 -Impedisce a Totti di crearsi spazi in area piccola.
Spolli 6.5 -Un baluardo in difesa. Praticamente non fa toccar palla a Totti e compagni
Delvecchio 5 -Non riesce mai a impensierire i difensori avversari. Troppo falloso e nervoso, si fa addirittura espellere nel finale.
Carboni 6.5 -Detta i tempi a centrocampo distribuento tantissimi palloni alle punte.
Biagianti 6 -Lavora tantissimo in fase di interdizione ma non è abile come sempre negli inserimenti offensivi.
Ricchiuti 6 -Nel primo tempo gioca una grande partita trovando un’intesa perfetta con Mascara e Morimoto. Visibilmente stanco nella ripresa, lascia il posto a Delvecchio al 63′.
Llama 6 -Entra al posto di Izco portando più velocità sulla fascia.
Izco 6 -Quando trova gli spazi sulla fascia si fa sempre pericoloso al cross, ma non è continuo. Al 57′ è sostituito da Llama.
Morimoto 6.5 -Altra buona prestazione per l’attaccante etneo. Cinico a trovare il gol alla prima occasione disponibile.
Mascara 7 -Corre come un matto per tutto il campo. Fa il centrocampista, il trequartista e fa il difensore aggiunto all’occorrenza. Poca precisione però al tiro.

ROMA
Julio Sergio 6.5 -Fa delle ottime parate salvando il risultato in più di un’occasione.
Juan 5.5 -Subentra all’infortunato Mexes. Non sempre riesce ad essere preciso in marcatura.
Motta 6 -Lotta su ogni palla ma come i compagni, ha molta difficoltà a impostare l’azione.
Riise 6 -Uno dei pochi che ha avuto il coraggio di portarsi al tiro. Bravo anche a cercare la profondità sulla fascia.
Mexes s.v. -Bloccato da un dolore muscolare, è costretto ad abbandonare il terreno di gioco al 19′.
Burdisso 5.5 -Ha un gran da fare contro i veloci attaccanti siciliani. Nel finale perde la testa rischiando il cartellino rosso.
De Rossi 6 -Non si vede per tutta la partita ma ha il grande merito o forse meglio, la fortuna, di trovarsi al posto giusto al momento giusto, regalando l’insperato pareggio ai suoi.
Perrotta 5.5 -Cerca gli inserimenti in area ma pecca di eccessivo altruismo in diverse circostanze quando poteva cercare la conclusione personale.
Cassetti s.v. -Come Mexes, ha dovuto lasciare il campo anzitempo per guai muscolari. Rilevato al 28′ da Motta.
Brighi 5 -Prestazione opaca la sua. Fa pochissimo filtro in mezzo al campo ed è giustamente sostituito da Cerci nella ripresa.
Pizarro 5.5 -Ha parecchia difficoltà a mantenere il possesso di palla e non riesce quasi mai a creare palle utili per gli attaccanti.
Vucinic 5.5 -Corre tanto ma a volte si ha l’impressione che corra a vuoto. Molto impreciso anche al tiro.
Totti 5.5 -Mai in partita. Cerca di tornare indietro a prendersi la palla ma manca completamente il fraseggio con i compagni.
Cerci 6.5 -Entra nella ripresa al posto dello spento Brighi. E’ l’unico che cerca di saltare l’uomo e creare superiorità numerica in avanti creando non pochi pericoli alla difesa etnea.

PAGELLE – Le pagelle di Palermo-Roma, finita 3-3 (Serie A)

PALERMO
Rubinho 6 Una buona prova macchiata però dall’intervento azzardato nel finale su Okaka che regala a Totti l’opportunità di pareggiare su rigore.
Balzaretti 6 Difende lottando con i denti e chiudendo bene su Vucinic.
Goian 5.5 Deciso e roccioso anche se appare un po’ macchinoso quando i romanisti accelerano e scendono come saette.
Kjær 6.5 Copre con grande forza di volontà lasciando poco spazio alle iniziative delle punte giallorosse.
Nocerino 7.5 Si da un gran da fare sia in fase di copertura sia in attacco, dove va al tiro più volte ed alla fine riesce anche a trovare la rete del momentaneo vantaggio rosanero. Ostinato a ragione.
Simplicio 6.5 Tanto lavoro di quantità. La qualità è un po’ penalizzata a causa delle pessime condizioni del campo trasformato in risaia per l’occasione.
Blasi s.v. Non giudicabile.
Migliaccio 6.5 Combattivo a metà campo, non demorde mai dagli scontri. Mastino.
Bresciano 6 Con il terreno pesante da il suo contributo soprattutto in fase di recupero.
Miccoli 8.5 Semplicemente strepitoso. E’ lui l’anima del Palermo che trascina con la forza ed il carisma di un’inarrestabile condottiero.
Budan 7 Lotta e spinge con grande sacrificio. Corona la bella prestazione con un gol importante.
Mchedlidze s.v. Non giudicabile.

ROMA
Julio Sergio 6 Tanti salvataggi nonostante le tre reti subite.
Riise 6 Spinge con grande forza sulla fascia arrivando anche al tiro in diverse occaioni. Purtroppo per lui la mira è ancora da registrare.
Burdisso 6.5 Dietro soffre un po’ ma in avanti è prezioso il suo tuffo di testa da attaccante puro che al 46′ porta i giallorossi sul 2-1.
Juan 5.5 Un po’ in imbarazzo quando la premiata ditta Miccoli & Co. decide di premere con maggior vigore verso la porta giallorossa. Tremolante.
Motta 6 Buono il suo impegno e la sua spinta in avanti.
Taddei 5.5 Spinge ma non abbastanza e spesso è ben controllato dalla retroguardia palermitana. Ingolfato.
De Rossi 6 Gara caratterizzata dai pronti recuperi difensivi più che dalle propulsioni offensive. Arretrato.
Cassetti 5.5 Dalla sua parte c’è un Miccoli da paura; lui a tratti si spaventa e a tratti reagisce con coraggio. Indeciso.
Brighi 6.5 Un’ora di gioco pregevole esaltata dalla sua rete al 20′ che vale il momentaneo vantaggio per 1-0. Efficace.
Pizarro 7 Un lavoro da stakanovista. Macina km avanti e indietro su un campo che chiede pietà. Prende la squadra e la spinge con tutte le sue forze. Esce all’81′ stremato. Gladiatore.
Faty 5 Al 58′ rileva Brighi ma la ua prestazione è alquanto anonima.
Totti 7.5 Un assist di tacco a Brighi che al 20′ vale il primo vantaggio. In mezzo la sua grinta ed il cuore del capitano che non molla mai. Nel finale la sua freddezza dagli undici metri che vale il pareggio. Superlativo.
Vucinic 5.5 Combattivo ma ingabbiato nella morsa difensiva dei rosanero.
Okaka Chuka s.v. Non giudicabile.

PAGELLE – Siena – Roma 1-2 (Serie A)

SIENA
Curci 6.5 Decisivo in tre o quattro occasioni ma è costretto ad arrendersi a Mexes e Riise.
Brandao 5.5 In sofferenza nella ripresa, quando i giallorossi attaccano soprattutto dalla sua parte.
Ficagna 6 Bravo sulle palle alte, qualche pasticcio nel convulso finale.
Del Grosso 6 Se la cava grazie all’impegno, pur con qualche errore di troppo.
Terzi 5.5 Fa molta fatica, deve troppo spesso ricorrere alle maniere forti.
Jarolim 5.5 Un paio di cross e poco altro.
Codrea 5 Già ammonito, continua a rischiare con interventi al limite, e alla fine paga.
Vergassola 6 Più quantità che qualità, ma non sfigura di fronte ai più titolati avversari.
Fini 6.5 Regista ordinato e preciso, cerca pure di tanto in tanto la soluzione personale senza fortuna.
Jajalo s.v. senza voto
Ghezzal 5.5 Fuori partita, si nota solo per un paio di conclusioni fuori bersaglio.
Maccarone 6.5 Un bellissimo gol, misto di rapidità e tecnica. La difesa giallorossa però non gli concede molti altri spazi.
Calaio’ 6 Bello il lancio per Maccarone in occasione del gol, ma pesa l’occasione fallita ad inizio ripresa che poteva ipotecare la vittoria.
Reginaldo s.v. senza voto

ROMA
Julio Sergio 6 Poco impegnato, sul gol non può fare di più.
Juan 5.5 Al rientro dopo un lungo stop è in difficoltà. Chiede lui stesso il cambio.
Riise 7 Il suo missile dal limite decide il match. In poco più di mezz’ora in campo non poteva fare di meglio.
Mexes 6.5 Si lascia superare con troppa facilità da Maccarone, ma si riscatta con il gol che ripare la partita. Finisce il match giocando stabilmente in avanti.
Burdisso 5.5 Gioca a sinistra, adattandosi alle esigenze dell’allenatore, ma si vede che non è a suo agio.
Taddei 5.5 Lotta molto, ma senza costrutto.
De Rossi 6 Solito trascinatore, ma eccessivamente nervoso. importante comunque nel finale.
Perrotta 6 Non è al massimo della condizione, ma si rende ugualmente utile.
Cassetti 5.5 Prestazione opaca, solo qualche sporadica proiezione offensiva.
Brighi s.v. senza voto
Pizarro 5.5 Gioca tantissimi palloni ma la precisione è approssimativa. Spesso superato in velocità da avversari che giocano ad un altro ritmo.
Vucinic 6.5 Appena entrato sfiora subito il gol e dà profondità all’attacco giallorosso più di Baptista.
Baptista 5.5 L’infortunio a Brighi lo costringe ad entrare in campo a freddo e fatica a trovare la posizione in campo. Sostituito a sua volta dopo neanche un ‘ora di gioco.
Totti 7 Costantemente pericoloso, va spesso al tiro e guadagna tanti calci di punizione, compresso quello decisivo. Suo anche l’assist per il gol di Mexes.

CALCIOMERCATO/ Roma, Perrotta probabile partente, lo vuole il Besiktas

CALCIOMERCATO ROMA – Il nome di Simone Perrotta torna d’attualità nel calciomercato della Roma. Il centrocampista giallorosso, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, potrebbe infatti lasciare la capitale. Due sarebbero gli indizi che spingerebbero per la cessione: il fatto che il contratto, in scadenza il prossimo 30 giugno, non è ancora stato rinnovato; i continui acciacchi del giocatore nell’ultimo periodo.

Recentemente si è fatto forte l’interessamento del club turco del Besiktas mentre ad inizio estate vi è stato un sondaggio dello Schalke 04. Nelle prossime ore potrebbero arrivare interessanti novità.

CALCIOMERCATO/ Inter, il punto sulle operazioni con la Roma: Burdisso, Baptista, Suazo e Obinna

CALCIOMERCATO INTER – Ad un passo dall’arrivo di Sneijder, l’Inter continua a lavorare sul fronte mercato. L’obiettivo numero è uno è l’attaccante della Roma Julio Baptista. Una trattativa tutt’altro che impossibile quella per il brasiliano, visto che i giallorossi sono pronti a vendere il giocatore dopo un anno in chiaro/scuro, per cercare di ottenere liquidità e disfarsi di un ingaggio pesante. All’Inter di Mourinho serve come il pane un nuovo attaccante e sarebbe proprio l’ex Real Madrid l’indiziato numero uno. La Bestia, così come viene soprannominato Baptista per il fisico possente, potrebbe finire in un vortice di scambi che vedrebbe coinvolti anche Burdisso, Suazo e Obinna. Il difensore argentino è infatti l’obiettivo numero uno dei giallorossi. Come ribadito più volte da Hidalgo, però, Burdisso farebbe le valigie solo a fronte di una cessione definitiva visto che non ha intenzione di ritrovarsi fra un anno nelle condizioni attuali.

Più in salita invece la strada che porta a Suazo ed Obinna. Per l’attaccante onduregno avrebbe detto no la stessa Inter mentre per Obinna, chiaramente sul mercato, nelle ultime ore si sarebbe fatto sotto con insistenza anche il Parma, sempre alla ricerca di un nuovo attaccante.

CALCIOMERCATO/ Roma, Baptista e Cicinho vie per sbloccare il mercato

CALCIOMERCATO ROMA – C’è da far cassa in casa giallorossa e la notizia in sé non è una novità. I soldi della cessione di Aquilani non sono sufficiente per intavolare una qualsiasi trattativa di calciomercato. C’è da vendere Baptista, che non è stato convocato per l’Europa League e preservarlo dalla possibilità di giocare in Champions League. Milioni potrebbero arrivare anche dalla cessione di Cicinho al Barcellona (8 secondo i rumors). Ma è il brasiliano il vero uomo mercato al momento.

Scartate le offerte delle scorse settimane di Grecia e Qatar, ora la Bestia sarebbe nel mirino dell’Inter e del West Ham. Ma con i nerazzurri potrebbe anche sbloccarsi una mega trattativa che vedrebbe l’arrivo nella capitale di Mancini, Obinna e Burdisso. Herminio Menendez procuratore di Baptista ha fatto sapere oggi tramite romagiallorossa.com che non esiste nessuna trattativa. «Non abbiamo ricevuto nessuna offerta. Io so solamente che quando parlo con la stampa , tutti mi chiedono di Julio Baptista e della sua partenza da Roma. Tutti mi parlano di una cessione. Una cessione? E in quale club? Lui vuole restare nella Capitale».

Da Londra, sponda Tottenham, fanno sapere che per Pavlyuchenko il costo del cartellino è fissato a 17 milioni. Niente prestiti ma la possibilità di dilazionare il pagamento in due “comode” rate. E la prima potrebbe essere pagata con i soldi che arrivano dalla Spagna per Cicinho…

CALCIOMERCATO/ Roma, addio a Negredo, in pole Pavlyuchenko. Nel mirino anche Ghezzal

CALCIOMERCATO ROMA – Si allontana sempre di più da Trigoria, l’attaccante del Real Madrid Alvaro Negredo. Nella serata di ieri, infatti, sui media spagnoli rimbalzava l’indiscrezione secondo cui il giocatore sarebbe ad un passo dal Real Saragozza. Due i motivi che fanno pensare che la trattativa sia davvero concreta: 1, il giocatore ha sempre messo in cima alle proprie preferenze la Liga; 2, la pressione che i madrileni stanno facendo nei confronti del giocatore, che ha già rifiutato fin troppe pretendenti. Oggi la Roma tenterà un ultimo disperato assalto ma la situazione sembra ormai praticamente delineata.

I giallorossi vireranno quindi su Roman Pavlyuchenko, attaccante già seguito la scorsa stagione poi finito a Londra. La Roma lo vuole in prestito ma bisogna convincere il Tottenham. Sempre aperta, infine, la pista che porta all’attaccante del Siena Ghezzal. I toscani chiedono 4 milioni di euro e la recente cessione di Rosi potrebbe rappresentare un anticipo.

CALCIOMERCATO/ Roma, trattative al 18 agosto. Mexes niente Chelsea. Per Burdisso c’è il sì dell’Inter

CALCIOMERCATO/ Roma, Taddei idea Genoa. Mexes: niente Chelsea

CALCIOMERCATO ROMA – Mattinata intensa oggi sul fronte calciomercato, nel giorno in cui il popolo giallorosso ricorda il primo anniversario della morte del suo presidente Franco Sensi. In mattinata i rumors di calciomercato inglesi davano un assalto del Chelsea per Philippe Mexes. 14 milioni di euro più Carvalho. Nel pomeriggio arriva la brusca frenata di Olivier Joanneaux, procuratore del francese che a Tuttomercatoweb ha spiegato la situazione del suo assistito. «Il Chelsea? Almeno personalmente non penso ci sia niente di vero. Se ci sono novità in generale per quanto riguarda il mio assistito? A quanto mi risulta no, ovvero la Roma vuole tenere il giocatore, il quale, a sua volta, è totalmente concentrato sulla stagione che sta iniziando». Da una trattativa che si chiude un’altra ipoteticamente si apre. E’ quella che vorrebbe il Genoa su Rodrigo Taddei. L’indiscrezione è riportata da SkySport24 e il brasiliano sarebbe l’elemento giusto per sostuire gli infortuni di Floccari e Jankovic. Difficile però che Spalletti dia l’assenso all’operazione, visto che la Roma si troverebbe scoperta in quel ruolo e dovrebbe andare sul mercato a trovare un degno sostituto. Ma per ragioni di bilancio ogni ipotesi, anche la più complessa, è da tenere in considerazione.


CALCIOMERCATO/ Roma, Mexes nel mirino di Ancelotti potrebbe lasciare

CALCIOMERCATO ROMA – Tra le tante voci di calciomercato in entrata e in uscita ce ne è forse una che potrebbe particolarmente far arrabbiare i tifosi della Roma, ed è quella che vorrebbe il Chelsea sulle tracce di Mexes. A riportare l’indiscrezione è il sito tedesco 4-4-2.com, secondo cui Carlo Ancelotti sarebbe intenzionato a chiedere il francese cosi da affiancarlo a John Terry. L’offerta, secondo quanto riportato dal portale, si aggirerebbe intorno ai 14 milioni di euro più il cartellino di Ricardo Carvalho, ex obiettivo dell’Inter in questa sessione di calciomercato. L’idea potrebbe prendere piede solo se il club londinese si accollasse una parte dello stipendio del portoghese, al momento fuori dalla portata delle casse giallorosse

CALCIOMERCATO/ Roma, Negredo si allontana, il Real Saragozza ad un passo dalla chiusura

CALCIOMERCATO ROMA – Sembra cosa fatta il trasferimento di Alvaro Negredo al Real Saragozza. Il club spagnolo, infatti, grazie ad un autentico blitz si è assicurata il giocatore del Real Madrid. A darne notizia è il quotidiano spagnolo As, secondo cui Negredo approderebbe al Saragozza in cambio di meno di 18 milioni di euro. Le Merengues però, potranno riavere il proprio bomber ad una cifra molto bassa. Un accordo che ha convinto tutte le parti in gioco e che naturalmente ha gelato la Roma, desiderosa di avere fra le propria fila l’attaccante madrileno.

CALCIOMERCATO/ Roma, Burdisso: l’Inter dice si al prestito con diritto di riscatto

CALCIOMERCATO ROMA – Novità dal fronte Burdisso. L’Inter ha infatti dato il suo ok per il trasferimento del giocatore con la formula del prestito con diritto di riscatto. La destinazione è naturalmente la Roma, ancora all’asciutto a parte il giovane Guberti, per quanto riguarda le operazioni in entrata. Resta ora da convincere il giocatore e soprattutto il suo agente Fernando Hidalgo, che con Pradè non ha notoriamente un rapporto idilliaco. Il procuratore del difensore ha infatti sempre spiegato che il proprio assistito vuole esclusivamente la formula della cessione, ma a Roma sembrano pensarla diversamente. Forse è una mossa per accettare il prestito in cambio di un aumento di stipendio. Come accoglieranno l’idea a Trigoria? La risposta è facilmente prevedibile ma in mancanza d’altro…

Pagina successiva »