DirettaPartite.com

Jump to content.

LE PAGELLE – Le pagelle di Livorno-Inter, terminata 0-2 (Serie A)

LIVORNO
Benussi 6 -Sui gol non ha grandi colpe. Per il resto della gara viene impegnato poco.
Pieri 6 -Fin quando c’è Khrin dall’altra parte ha vita facile. Si propone con continuità sulla fascia servendo delle buone palle agli attaccanti.
Miglionico 5.5 -Ha l’arduo compito di marcare Milito e ci riesce bene per quasi tutta la partita. Nella ripresa anche l’ingresso di Eto’o gli complica la vita.
Knezevic 6 -Come gli altri difensori è impeccabile in marcatura nel primo tempo. Nella ripresa subisce un calco come tutta la squadra.
Diniz Paxiao 6 -Se Mancini non tocca praticamente palla nel primo tempo il merito è tutto suo. Impeccabile nelle chiusure difensive.
Vitale 5.5 -Non sempre preciso nei passaggi. Nella ripresa viene rilevato da Danilevicius.
Moro 6 -Buono il fraseggio con Pieri nella fascia sinistra. Tenta anche l’iniziativa personale in diverse occasioni.
Candreva 6.5 -Uno dei migliori tra i suoi, sfiora il vantaggio nel primo tempo con un gran calcio di punizione che solo un super Julio Cesar poteva parare.
Pulzetti 6 – Corre tanto e mette in difficoltà i centrocampisti avversari con un pressing continuo.
Raimondi 5.5 -Nel primo tempo riesce a spingere tantissimo sulla fascia. Nella ripresa, l’ingresso di Samuel su quella fascia gli limita il raggio d’azione.
Tavano 6 -Cerca più che altro la conclusione da fuori, e per poco non trova il gol della domenica con un gran tiro a giro al 73′.
Danilevicius 5.5 -Subentra a Vitale nella ripresa con l’obiettivo di dare maggior peso all’attacco dei toscani. Fa registrare praticamente solo una conclusione al 41′.
Dionisi 5.5 -Subentra a Pulzetti nella fase finale del match ma non entra mai in partita.

INTER
Julio Cesar 7 -La sua grande parata sulla punizione di Candreva nel primo tempo vale come un gol. Fa altre importanti parate.
Samuel 6.5 -Subentra a Stankovic nella ripresa e si sistema nell’insolito ruolo di terzino sinistro. Con lui in campo, l’Inter non corre più pericoli su quella fascia.
Zanetti 6 -Non convince nel primo tempo quando gioca da terzino sinistra. Nella ripresa, quando gioca nel suo ruolo fa meglio.
Cordoba 6.5 -Ha giocato con la solita sicurezza impedendo agli attaccanti avversari di farsi pericolosi in mezzo all’area.
Lucio 5.5 -Non è il Lucio visto a inizio campionato. Qualche distrazione di troppo in marcatura.
Maicon 7 -Si sgancia raramente ma quando lo fa è devastante. Il gol ne è la dimostrazione.
Muntari s.v. -Costretto a uscire al 27′ per infortunio.
Mancini 5.5 -Primo tempo da dimenticare. Nella ripresa quando si posiziona sulla linea dei centrocampisti riesce sia a farsi vedere in avanti che a dare un prezioso contributo dietro.
Vieira 6 -Bravo a fare possesso palla quando era necessario gestire il vantaggio. Si fa vedere anche in attacco ma sbaglia troppo.
Cambiasso 6.5 -Rileva l’infortunato Muntari al 27′ posizionandosi a ridosso della difesa. Come al solito partita encomiabile per il centrocampista nerazzurro.
Krhin 5 -Il peggiore in campo. Forse paga l’emozione dell’esordio da titolare.
Stankovic 6.5 -Come al solito è preziosissimo sulla trequarti. Serve almeno 2 ottime palle gol alle punte.
Eto’o 6 -Entra nella ripresa mettendo in difficoltà i difensori livornesi con il suo continuo movimento su tutto il fronte offensivo.
Milito 7.5 -Il principe è tornato. E si è visto, con 2 gol nelle ultime 2 partite. Bravo a insaccare alla prima occasione utile e a tenere sempre i difensori impegnati con il suo continuo movimento.

PAGELLE – Le pagelle di Livorno – Palermo, terminata per 1-2

LIVORNO
De Lucia 6 Incolpevole sui gol del Palermo. Poteva fare ben poco.
Pieri 5 Il Palermo sulle fasce è devastante. Il suo voto ne è conseguenza.
Miglionico 5 Soffre la velocità degli attaccanti del Palermo. Lento.
Perticone 5 Il giovane difensore non dà sicurezza al suo reparto.
Rivas Lopez 4.5 Irruento, falloso: non è ancora in condizione. Cade male sbattendo la testa e finisce in ospedale.
Bergvold 5.5 Si fa sovrastare dal folto centrocampo rosanero.
Candreva 6.5 Assist involontario per Danilevicius che raccoglie il suo tiro e devia in porta.
Pulzetti 6 E’ l’unico che cerca di impensierire la retroguardia palermitana.
Raimondi 5.5 Tocca pochi palloni, non basta per la sufficienza.
Moro 5 Brutta giornata per l’intero reparto lui compreso.
Danilevicius 6.5 Entra ad inizio ripresa e porta momentaneamente in vantaggio i suoi. Lottatore.
Lucarelli 5 Quest’anno fatica a tornare bomber di razza.
Tavano 5.5 Fa poco per aiutare i suoi ad impensierire la difesa rosanero.
Cellerino s.v. S.v.

PALERMO
Rubinho 6 Incolpevole sul gol, qualche buon intervento. Rientro positivo
Kjær 7 Pilastro della difesa, dà sicurezza al reparto arginando l’impeto di Lucarelli
Balzaretti 7.5 Padrone assoluto sulla fascia sinistra e al momento giusto mette a segno il gol della vittoria.
Bovo 6 Si fa guidare da Kjaer al centro della difesa. Attento.
Cassani 7 Assist-man per il gol vittoria di Balzaretti. Sulla fascia di competenza fa quello che vuole.
Nocerino 6 quarantacinque minuti di sostanza al fianco di Migliaccio.
Simplicio 6.5 Serve l’assist del momentaneo 1-1 a Miccoli. Partita di sostanza.
Migliaccio 6.5 Ottimo schermo difensivo davanti alla dfesa. Dalle sue parti non si passa.
Bresciano 5.5 Tanto lavoro sporco a centrocampo, ma non riesce ad accendere la luce.
Pastore 5 Tanto fumo e niente arrosto. Zenga se ne accorge e lo richiama in panchina.
Bertolo s.v. S.v.
Cavani 5 Rientra spompato dagli impegni con l’Uruguay. Inconcludente e sostituito a fine primo tempo.
Miccoli 7.5 Corre, segna, sforna assist a ripetizione e incita i compagni: di più non poteva fare.
Succi 6 Entrato nella ripresa dà peso all’attacco rosanero, facendo salire la squadra

PAGELLE – Le pagelle di Siena-Livorno, terminata 0-0 (Serie A)

SIENA
Curci 6 Chiamato solo ad un intervento su Lucarelli. Attento.
Brandao 7 Ottima partita difensiva la sua.
Del Grosso 6.5 Prova spesso e bene a crossare per gli attaccanti bianconeri, che purtroppo non ne approfittano.
Terzi 6 Non gioca una brutta partita ma oggi é piuttosto in ombra.
Garofalo 6.5 Entra al posto di Del Grosso e non lo fa rimpiangere, soprattutto in fase offensiva.
Codrea 6.5 é sempre nel vivo del gioco e prova qualche volta, senza successo, ad impensierire De Lucia dalla distanza.
Vergassola 6 Il capitano gioca una partita onesta e grintosa. Viene sostituito e si arrabbia con Giampaolo.
Fini 6 Nel finale qualche cross pericoloso ma è troppo tardi per cambiare le sorti dell’incontro.
Rosi 6.5 é uno dei giocatori senesi che ci prova di più; una prova di personalità che purtroppo non basta al Siena per portare a casa i 3 punti agognati.
Jajalo 5 Fuori partita, non dà quello che ci si aspettava da lui.
Ekdal 6 Deve fare di più per conquistarsi un posto da titolare.
Ghezzal 6 Entra, da dinamismo al gioco d’attacco senese ma non incide.
Maccarone 6.5 E’ uno dei migliori del Siena pur fallendo il calcio di rigore che indirizzerebbe la partita in maniera decisamente netta.
Calaio’ 5.5 Fornisce un grande assist per Vergassola, poi fallisce due occasioni clamorose davanti a De Lucia. Con una squadra così sterile in fase offensiva i suoi gol servirebbero.

LIVORNO
De Lucia 7.5 Para un rigore e compie un altro intervento decisivo su Fini.
Pieri 6 Con un Siena in sofferenza lui regge gli attacchi avversari con diligenza.
Miglionico 6 Entra al 46′ al posto di Knezevic infortunato e dà il suo contributo difensivo.
Knezevic 6 Gioca una partita attenta finché non si fa male. Molto sfortunato dopo essere stato fuori già 11 mesi.
Diniz Paxiao s.v. S.v.: pochi minuti per giudicare.
Rivas Lopez 6 Sulle palle alte é insuperabile ma se vuole tornare a giocare in una grande deve scordarsi certe amnesie.
Vitale 6 Partita di contenimento e non potrebbe essere altrimenti.
Mozart s.v. S.v.: Si stira dopo 20 minuti.
Moro 6 Come Vitale e Raimondi.
Pulzetti 5.5 Oggi soffre molto la vivacità di Maccarone ed è spesso costretto ad abbatterlo, come nell’occasione dell’ammonizione.
Raimondi 6 é uno di quei giocatori che lavora dietro le quinte e in silenzio. Utile.
Marchini s.v. S.v.: La sua partita dura meno di 20 minuti. Sull’occasione dell’espulsione e del conseguente rigore, non può che stendere Maccarone per evitare il gol.
Lucarelli 6 Sempre generoso, è lui l’unico ad impegnare Curci in un’occasione.
Tavano 5.5 La squadra soffre e soffre anche lui di conseguenza. Nessuna ripartenza degna di nota.

PAGELLE – Le pagelle di Livorno-Fiorentina, terminata 0-1

LIVORNO
De Lucia 6 Praticamente mai impegnato nel primo tempo. Nella ripresa è attento e pronto all’intervento. Purtroppo non può nulla sul perfetto rigore di Jovetic.
Galante s.v. Non giudicabile.
Pieri 6.5 Su e giù per la fascia sinistra senza freni. Spinge tantissimo e rientra puntualmente in copertura. Pendolino.
Perticone 6.5 Ottima la sua copertura costante su Vargas. Esce dopo un’ora per infortunio in favore di Diniz.
Knezevic 6.5 Buona prova in fase d’interdizione. Non concede praticamente nulla all’attacco viola.
Diniz Paxiao 5 Gioca mezz’ora ma quasi mai riesce a trattenere Gilardino. Addirittura al 78′ pur di fermarlo lo trattiene in area e l’arbitro assegna il penalty che Jovetic realizza.
Mozart 6.5 Combattivo a meta’ campo, non si risparmia mai in fase di copertura.
Moro 6 Mobile e reattivo spinge bene sulla sinistra arrivando spesso al cross.
Candreva 6.5 Dalla sua fantasia partono le iniziative più interessanti del Livorno. Mattatore.
Pulzetti 6 Una buona prova di sacrificio a centrocampo. Al 37′ scarica un destro velenoso ma Frey si supera e gli nega la gioia del gol.
Raimondi 6.5 Gara di carattere. Spinge e difende come un mastino.
Lucarelli 5.5 Ingaggia la lotta contro la difesa viola ma non arreca danni di rilievo. Sottotono.
Tavano 6 Tanta grinta e voglia di far bene anche se la retroguardia viola non lo molla un attimo. Generoso.
Cellerino s.v. Non giudicabile.

FIORENTINA
Frey 7 Le insidiose occasioni del Livorno per lui non sono un problema, se la cava sempre in maniera egregia. Sicurezza assoluta.
Dainelli 5.5 Lotta come un dannato concedendo davvero poco all’offensiva avversaria. Esce anzi tempo, all’84′, per doppia ammonizione. Rabbioso.
Kroldrup 6 Difende con i denti, sempre avvinghiato a Lucarelli.
Pasqual 6 Non spinge molto ma copre a dovere. Diligente.
De Silvestri 6 Una gara interessante che per un pelo non macchia però nella ripresa con una sbavatura in area che Tavano non è pronto a sfruttare.
Vargas 5.5 Lo si vede solo a tratti, quando è in vena di accelerare. Purtroppo per lui la retroguardia livornese è sempre attenta e gli concede pochissimo spazio d’azione. Recupera con un bel traversone da cui nasce il fallo da rigore subito da Gilardino.
Jovetic 7 Entra al 71′ per uno spento Mutu ed al 78′ è gelido nel realizzare il penalty che regala la vittoria ai suoi. Determinante.
Donadel 5.5 Contiene lottando con determinazione ma produce poco in fase offensiva. Esce al 58′.
Montolivo 5.5 Non eccelsa la sua prestazione. Riesce a mettersi in luce troppo poco, spesso sofferente nei contrasti con la linea mediana livornese.
Zanetti 6 Mezz’ora giocata con grande intensità.
Jorgensen 5.5 Prestazione opaca nella bolgia di metà campo.
Marchionni 6 Efficace la sua spinta nella mezz’ora finale. Incisivo.
Gilardino 6 Nel primo tempo si vede solo per una sponda interessante per Mutu sprecata dal rumeno. Nella ripresa si da una bella sveglia e lotta come un leone. Su di lui al 78′ il fallo di Diniz in area che vale il penalty realizzato da Jovetic.
Mutu 4.5 Pessima prova del rumeno. Quando prova la conclusione, in casi più unici che rari, o sbaglia o viene sempre fermato. Serata decisamente negativa.

PAGELLE – Le pagelle di Bologna-Livorno, terminata 2-0 per i rossoblù (Serie A)

BOLOGNA
Viviano 6 L’attacco del Livorno non gli dà molto da fare.
Raggi 6 Senza problemi in una partita di ordinaria amministrazione.
Britos 6.5 Lucarelli non la vede quasi mai.
Zenoni s.v. Entra nel finale.
Lanna 6 Controlla bene la sua zona
Portanova 7.5 Sblocca la partita con uno stacco imperioso. Decisivo.
Mingazzini 6.5 A centrocampo si fa sempre sentire.
Valiani 6 Al suo ingresso la partita è già finita.
Vigiani 5.5 A corrente alternata.
Tedesco 6 Buon primo tempo.
Mutarelli s.v. Esce dopo cinque minuti per infortunio.
Mudingayi 7 E’ la mossa vincente di Papadopulo. Entra praticamente a freddo ed è subito padrone del centrocampo.
Di Vaio 6.5 Ha il merito di chiudere la partita. Per il resto ancora da rodare.
Zalayeta 5.5 Un po’ in ombra.

LIVORNO
De Lucia 5.5 Incolpevole sull’incornata di Portanova. Qualche colpa invece sul raddoppio di Di Vaio.
Knezevic 5 Male in entrambi i gol.
Miglionico 6 E’ l’unico che tieni in piedi la difesa amaranto.
Perticone 5.5 Troppo spesso in difficoltà.
Vitale 5.5 Inizia bene si eprde rapidamente.
Bergvold 5 Quasi non pervenuto.
Filippini 5 Subisce anche lui, come tutto il suo reparto.
Marchini 6 Molto presente con il suo temperamento. Rimedia un’ammonizione.
Moro 5 Soverchiato da Mudingayi.
Candreva 5.5 Cerca di mettere ordine, senza molti risultati.
Danilevicius 5 Inconsistente.
Lucarelli 5 Fa a sportellate con tutti, ma fa più falli di quanti ne subisce.
Tavano 5 Mezz’ora senza sussulti.
Dionisi 5.5 Entra che la partita è già finita.

Le pagelle di Juventus – Livorno, terminata 2-0

JUVENTUS
Buffon 7.5 Sventa almeno tre palle-gol, si conferma in un momento di forma strepitoso, per fortuna della Juve e della Nazionale.
Grosso 5.5 Affaticato, è meno attivo del solito, faticando anche in copertura.
Chiellini 6 Alla fine si merita la sufficienza, ma soffre come tutto il reparto.
Grygera 5.5 Al rientro dopo un lungo stop, non è ancora al meglio, e si vede.
Legrottaglie 5.5 Fa fatica, concede agli atttaccanti labronici troppa libertà.
De Ceglie 6 Entra quando la Juve è in affanno, dà il suo contributo a mantenere il risultato.
Marchisio 7 Gol difficile e spettacolare, ma anche una presenza fondamentale in mezzo al campo. Ormai indispensabile per Ferrara.
Giovinco 6 Alcune buone intuizioni, ma Diego è un’altra cosa, anche a livello di continuità.
Marrone 6 Minuti di esperienza, gli verranno utili in futuro.
Poulsen 6 Spesso saltato nel primo tempo dai più veloci pariruolo avversari, cresce nel secondo tempo.
Camoranesi 6.5 Dai suoi piedi nascono le azioni dei gol. E’ tra i migliori, finchè regge il fiato.
Iaquinta 6.5 Un gol bello e importante, ma anche una palla gol sprecata da due passi. Si batte con coraggio ma avrebbe bisogno di tirare il fiato.
Trezeguet 5.5 Arriva puntuale sulle palle-gol, peccato che la mira sia più sballata che mai.
Amauri s.v. Senza voto.

LIVORNO
De Lucia 6.5 Incolpevole sui gol, è bravo in un paio di occasioni su Iaquinta.
Pieri 6 Nella difesa a tre fa fatica, meglio nel suo ruolo naturale di esterno sinistro.
Miglionico 6 Se la cava con il mestiere, la mira sballata di Trezeguet lo aiuta.
Diniz Paxiao 5.5 Molta energia ma qualche sbandamento di troppo, specie sul primo gol.
Mozart 5.5 Non entra mai in partita, non a caso è il primo ad essere sostituito.
Filippini 6 Solita grinta ma anche qualche buono spunto di tecnica.
Candreva 6.5 Tra i migliori dei suoi, molto dinamico. Sempre presente nelle azioni che contano.
Pulzetti 6.5 Buona presenza sulla fascia, tanti cross anche se non sempre sfruttati dai compagni.
Raimondi 5.5 Fatica a trovare la posizione in campo, cala nella ripresa.
Moro 5.5 Un buon inizio, poi l’ammonizione lo condiziona e nella ripresa fa più fatica.
Lucarelli 5 Insufficiente, sia per una clamorosa palla-gol sciupata a tu per tu con Buffon, sia per la litigata con l’arbitro che gli frutta un’ammonizione evitabile.
Tavano 6 Vivace e pericoloso all’inizio, corre tanto e infatti dopo un’ora non ne ha più.
Danilevicius 6.5 Vivace e rapido, sfiora il gol che potrebbe riaprire il match. Forse doveva entrare prima.
Cellerino 5.5 Entra tardi, quando i compagni stanno calando e non può fare granchè.

SINTESI – Livorno – Milan 0-0 (Serie A)

GUARDA IL VIDEO DELLA SINTESI DELLA PARTITA TRA LIVORNO E MILAN


PAGELLE – Livorno – Milan (0-0)

LIVORNO
De Lucia 6.5 Attento e concentrato, neutralizza un pericoloso tiro di Pato.
Miglionico 6.5 Annulla Huntelaar anche se il compito stasera non sembrava così difficile.
Perticone 6.5 Sempre bravo a fermare Pato prima che il brasiliano parta in velocità.
Vitale 6 Qualche buona giocata sulla sinistra e nessun errore.
Candreva 7.5 Il migliore in campo, inesauribile. Corre a tutto campo, ribalta sempre l’azione, crea pericoli in avanti e impegna Storari con conclusioni da fuori e calci di punizione dal limite.
Pulzetti 7 Un costante punto di riferimento sulla destra, prova sempre a puntare il fondo.
Raimondi 5.5 Arranca un po’ e commette qualche fallo di troppo.
Mozart 6.5 L’ultimo arrivato si inserisce molto bene, pedina preziosa in mezzo al campo.
Moro 6 Preciso e ordinato, ogni tanto si fa vedere anche davanti.
Lucarelli 6.5 Lotta, sgomita, tiene impegnati Nesta e Thiago Silva. Una bella prova macchiata da qualche errore di troppo sotto porta.
Tavano 5 Gioca sotto tono, non trova gli spazi giusti per rilasciare la sua velocità.

MILAN
Storari 7 Bravo a opporsi alle pericolose conclusioni di Candreva.
Oddo 4.5 Un rientro in linea con le prestazioni che regalava quando era titolare. Svagato in difesa, continui errori in fase offensiva.
Jankulovski 5 Ogni tanto dimentica la diagonale, nullo in avanti.
Nesta 6 La sua esperienza tiene a galla la difesa ed evita pericolosi scivoloni.
Thiago Silva 5.5 Commette qualche errore di troppo soprattutto in avvio di gara.
Ambrosini 5.5 Grinta in fase difensiva, troppo poco in fase di costruzione.
Seedorf 5.5 Ogni tanto dal suo piede partono idee interessanti, ma sul piano del movimento ormai è completamente fermo.
Flamini 6.5 E’ il più positivo tra i suoi, dinamico, cerca di combinare qualcosa.
Huntelaar 4 Un pesce fuor d’acqua. Non sa cosa fare e si vede.
Pato 4.5 Si nasconde, non parte mai, prova brutta non solo dal punto di vista tecnico, ma anche per la scarsa personalità dimostrata.
Ronaldinho 4 Non pervenuto.

CALCIOMERCATO/ Livorno, torna Lucarelli, con Tavano e Diamanti attacco super

Colpo di calciomercato di Spinelli che riporta a casa Cristiano Lucarelli: lo ha reso noto la società toscana attraverso il suo sito internet sottolineando che «con piena soddisfazione di tutte le parti interessate, sono stati superati e chiariti i fraintendimenti e gli equivoci che avevano interessato la fase successiva agli accordi intervenuti per il trasferimento del calciatore Cristiano Lucarelli dal Parma Fc al Livorno Calcio. In conseguenza di ciò, il trasferimento del calciatore all’A.S. Livorno Calcio è stato contrattualmente perfezionato». Lucarelli verrà presentato alla stampa domani alle ore 11 all’Hotel Continental di Tirrenia.