DirettaPartite.com

Jump to content.

Palermo Juve Stabia streaming live (Serie B)

GUARDA ONLINE IL VIDEO LIVE DELLA PARTITA DI CAMPIONATO DI SERIE B (SETTIMA GIORNATA) TRA PALERMO E JUVE STABIA IN STREAMING DIRETTA TV, GRATIS E SENZA SCARICARE SOFTWARE AGGIUNTIVI (CLICCA QUI PER L’ELENCO DEI LINK – PER UNA MIGLIORE VISIONE POTREBBE ESSERE NECESSARIO INSTALLARE UN PLUGIN GRATUITO)

La partita comincerà alle 15.00 di oggi 28 Settembre 2013

(Read on …)

PAGELLE – Le pagelle di Livorno – Palermo, terminata per 1-2

LIVORNO
De Lucia 6 Incolpevole sui gol del Palermo. Poteva fare ben poco.
Pieri 5 Il Palermo sulle fasce è devastante. Il suo voto ne è conseguenza.
Miglionico 5 Soffre la velocità degli attaccanti del Palermo. Lento.
Perticone 5 Il giovane difensore non dà sicurezza al suo reparto.
Rivas Lopez 4.5 Irruento, falloso: non è ancora in condizione. Cade male sbattendo la testa e finisce in ospedale.
Bergvold 5.5 Si fa sovrastare dal folto centrocampo rosanero.
Candreva 6.5 Assist involontario per Danilevicius che raccoglie il suo tiro e devia in porta.
Pulzetti 6 E’ l’unico che cerca di impensierire la retroguardia palermitana.
Raimondi 5.5 Tocca pochi palloni, non basta per la sufficienza.
Moro 5 Brutta giornata per l’intero reparto lui compreso.
Danilevicius 6.5 Entra ad inizio ripresa e porta momentaneamente in vantaggio i suoi. Lottatore.
Lucarelli 5 Quest’anno fatica a tornare bomber di razza.
Tavano 5.5 Fa poco per aiutare i suoi ad impensierire la difesa rosanero.
Cellerino s.v. S.v.

PALERMO
Rubinho 6 Incolpevole sul gol, qualche buon intervento. Rientro positivo
Kjær 7 Pilastro della difesa, dà sicurezza al reparto arginando l’impeto di Lucarelli
Balzaretti 7.5 Padrone assoluto sulla fascia sinistra e al momento giusto mette a segno il gol della vittoria.
Bovo 6 Si fa guidare da Kjaer al centro della difesa. Attento.
Cassani 7 Assist-man per il gol vittoria di Balzaretti. Sulla fascia di competenza fa quello che vuole.
Nocerino 6 quarantacinque minuti di sostanza al fianco di Migliaccio.
Simplicio 6.5 Serve l’assist del momentaneo 1-1 a Miccoli. Partita di sostanza.
Migliaccio 6.5 Ottimo schermo difensivo davanti alla dfesa. Dalle sue parti non si passa.
Bresciano 5.5 Tanto lavoro sporco a centrocampo, ma non riesce ad accendere la luce.
Pastore 5 Tanto fumo e niente arrosto. Zenga se ne accorge e lo richiama in panchina.
Bertolo s.v. S.v.
Cavani 5 Rientra spompato dagli impegni con l’Uruguay. Inconcludente e sostituito a fine primo tempo.
Miccoli 7.5 Corre, segna, sforna assist a ripetizione e incita i compagni: di più non poteva fare.
Succi 6 Entrato nella ripresa dà peso all’attacco rosanero, facendo salire la squadra

PAGELLE – Le pagelle di Lazio-Palermo, terminata 1-1

LAZIO
Muslera 5.5 Praticamente mai impegnato nel primo tempo. E’ colpevole di estrema leggerezza invece al 76′ sul vantaggio dei rosanero ad opera di Cavani. Un paio di interventi validi gli permettono comunque di recuperare sul voto finale. Quasi sufficiente.
Cribari 6 Miccoli oggi non è mai una preoccupazione. Diga.
Lichtsteiner 6 Buona la sua spinta sulla fascia destra dove arriva con frequenza al cross.
Diakite 6 Ci mette tutta la sua forza esplosiva al servizio della squadra. Generoso.
Radu 6 In coppia centrale con Cribari si oppone con capacità alle sfuriate offensive dei rosanero.
Matuzalem s.v. Non giudicabile.
Mauri 6 Onesta prestazione, si da’ da fare soprattutto in fase d’interdizione.
Foggia 6.5 E’ soprattutto lui a mettere in allarme la retroguardia palermitana. Le sue accelerazioni fanno tremare la difesa rosanero ma non Sirigu che, freddo, gli respinge un gran numero di conclusioni. Volenteroso.
Baronio 6.5 Combatte con vigore e si presenta diverse volte al tiro. Se ci fosse un po’ di mira in più meriterebbe anche un 9 ma purtroppo per lui le sue conclusioni terminano fuori. Giudizio ampiamente positivo per il gran lavoro svolto nel complesso. Promosso a pieni voti.
Dabo 6 Deciso e grintoso, regala una prestazione di discreta fattura.
Zarate 7 Pressa, lotta e tira. Forse pecca di individualismo, ma alla fine la mette nel sacco e ragala un insperato pareggio ai suoi. Chi la dura… la pareggia. Determinante.
Cruz 5.5 Lotta ma soffre parecchio tra le fitte maglie difensive dei rosanero. Esce stremato al 58′ in favore di Rocchi. Addomesticato.
Rocchi 6 Il suo ingresso al 58′ dona maggiore vivacità all’attacco biancoceleste.
Del Nero 5.5 Gioca troppo arretrato mettendosi davvero poco in mostra. Esce per crampi al 67′.

PALERMO
Sirigu 8 Ottimo primo tempo, si dimostra attento e pronto a salvare il risultato sulle velenose conclusioni degli attaccanti biancocelesti. Nella ripresa non solo si ripete ma addirittura si supera. Eccezionale e, nonostante il gol subito per cui è incolpevole, a lui il Palermo deve il prezioso pareggio esterno.
Kjær 6.5 Bene in fase di copertura in particolare è prezioso il suo salvataggio di testa sulla linea di porta nel primo tempo. Nella ripresa esce al 72′ per Mchedlidze.
Balzaretti 6 Ingaggia la battaglia con Foggia e nonostante la giornata di grazia del centrocampista laziale lui gli tiene testa con grande carattere.
Bovo 6.5 Tiene a bada Cruz impedendogli qualunque iniziativa. Quando entra Rocchi accusa un po’ di fatica ma non sfigura.
Cassani 6.5 Molto bene il suo contributo in fase di copertura. Lotta e mette in costante difficoltà l’attacco biancoceleste.
Nocerino 5.5 Parte bene ma poi scompare. Miraggio.
Simplicio 5.5 Ci mette voglia e spirito di sacrificio ma la quantità non corrisponde ad altrettanta qualità. Impreciso.
Blasi s.v. Non giudicabile.
Migliaccio 6 Tanta grinta e solita lotta senza mai risparmiarsi a metà campo. Combattivo.
Bresciano 5 Si vede troppo poco, prova un paio di volte la conclusione ma dai suoi piedi scaturiscono solo tiracci da fuori. Invisible man.
Miccoli 5 Vedi Budan. Ghost.
Budan 5 Mai nel vivo del gioco. Ectoplasma.
Cavani 6.5 Entra al 57′ ed al 76′ prova una conclusione da 30 metri che, con la complice leggerezza di Muslera, vale la rete dell’1-0. Poco prima una sua leggerezza in area laziale ne complica il voto finale. Croce e delizia.
Mchedlidze s.v. Non giudicabile.

PAGELLE – Le pagelle di Palermo-Roma, finita 3-3 (Serie A)

PALERMO
Rubinho 6 Una buona prova macchiata però dall’intervento azzardato nel finale su Okaka che regala a Totti l’opportunità di pareggiare su rigore.
Balzaretti 6 Difende lottando con i denti e chiudendo bene su Vucinic.
Goian 5.5 Deciso e roccioso anche se appare un po’ macchinoso quando i romanisti accelerano e scendono come saette.
Kjær 6.5 Copre con grande forza di volontà lasciando poco spazio alle iniziative delle punte giallorosse.
Nocerino 7.5 Si da un gran da fare sia in fase di copertura sia in attacco, dove va al tiro più volte ed alla fine riesce anche a trovare la rete del momentaneo vantaggio rosanero. Ostinato a ragione.
Simplicio 6.5 Tanto lavoro di quantità. La qualità è un po’ penalizzata a causa delle pessime condizioni del campo trasformato in risaia per l’occasione.
Blasi s.v. Non giudicabile.
Migliaccio 6.5 Combattivo a metà campo, non demorde mai dagli scontri. Mastino.
Bresciano 6 Con il terreno pesante da il suo contributo soprattutto in fase di recupero.
Miccoli 8.5 Semplicemente strepitoso. E’ lui l’anima del Palermo che trascina con la forza ed il carisma di un’inarrestabile condottiero.
Budan 7 Lotta e spinge con grande sacrificio. Corona la bella prestazione con un gol importante.
Mchedlidze s.v. Non giudicabile.

ROMA
Julio Sergio 6 Tanti salvataggi nonostante le tre reti subite.
Riise 6 Spinge con grande forza sulla fascia arrivando anche al tiro in diverse occaioni. Purtroppo per lui la mira è ancora da registrare.
Burdisso 6.5 Dietro soffre un po’ ma in avanti è prezioso il suo tuffo di testa da attaccante puro che al 46′ porta i giallorossi sul 2-1.
Juan 5.5 Un po’ in imbarazzo quando la premiata ditta Miccoli & Co. decide di premere con maggior vigore verso la porta giallorossa. Tremolante.
Motta 6 Buono il suo impegno e la sua spinta in avanti.
Taddei 5.5 Spinge ma non abbastanza e spesso è ben controllato dalla retroguardia palermitana. Ingolfato.
De Rossi 6 Gara caratterizzata dai pronti recuperi difensivi più che dalle propulsioni offensive. Arretrato.
Cassetti 5.5 Dalla sua parte c’è un Miccoli da paura; lui a tratti si spaventa e a tratti reagisce con coraggio. Indeciso.
Brighi 6.5 Un’ora di gioco pregevole esaltata dalla sua rete al 20′ che vale il momentaneo vantaggio per 1-0. Efficace.
Pizarro 7 Un lavoro da stakanovista. Macina km avanti e indietro su un campo che chiede pietà. Prende la squadra e la spinge con tutte le sue forze. Esce all’81′ stremato. Gladiatore.
Faty 5 Al 58′ rileva Brighi ma la ua prestazione è alquanto anonima.
Totti 7.5 Un assist di tacco a Brighi che al 20′ vale il primo vantaggio. In mezzo la sua grinta ed il cuore del capitano che non molla mai. Nel finale la sua freddezza dagli undici metri che vale il pareggio. Superlativo.
Vucinic 5.5 Combattivo ma ingabbiato nella morsa difensiva dei rosanero.
Okaka Chuka s.v. Non giudicabile.

Le pagelle di Parma-Palermo, terminata 1-0 per i gialloblù

PARMA
Mirante 6.5 – Ottimo soprattutto nel secondo tempo quando viene severamente impegnato da Miccoli
Panucci 6.5 – Voto 6 per la fase difensiva, 7 per quella offensiva, in difesa non corre mai seri pericoli viste le condizioni dell’attacco rosanero specie nel primo tempo. Non sfutta alcune occasioni di testa da calcio d’angolo.
Lucarelli 6 – Impegnato pochissimo dai vari Bertolo e Pastore, giornata di ferie.
Paci 7 – Magistrale il difensore gialloblù, non concede nulla e chiude l’impossibile.
Zaccardo 7 -Punti pesanti grazie ad un suo gol, e finalmente un ex che esulta. Ci mancava.
Castellini 6 – Entra nella ripresa per difendere il risultato senza particolari affanni.
Morrone 6.5 – Partita di sacrificio su Simplicio, riesce a contenere bene il centrocampista rosanero.
Galloppa 7 – Gigante in campo, forse uno dei centrocampisti più completi della serie A.
Mariga 7 – Insieme a Galloppa migliore in campo, vero valore aggiunto della squadra di Guidolin.
Paloschi 6.5 – Lotta con grinta, si becca un ammonizione e prova ad essere decisivo in area. Piccoli attaccanti crescono.
Biabiany 6.5 – Quando parte non lo prende nessuno, avesse solo un po’ di tecnica in più…
Lanzafame 6 – Buona la partita dell’attaccante scuola Juve, forse un pò troppo lezioso a centrocampo. Fornisce l’assist del gol.
Bojinov 6 – Pochi minuti anche per lui, riesce a far salire la squadra facendo respirare la difesa.

PALERMO
Rubinho 6 – Non perfetto in alcune uscite, non può nulla sul gol.
Kiaer 6 – Il migliore nella retroguardia rosanero.
Balzaretti 5 – La spinta dell’ex juventino non è sufficiente per impensierire il centrocampo del Parma.
Bovo 5 – Se la cava benino su Paloschi, male su Biabiany. Rischia tantissimo su un retropassaggio a Rubinho che poteva costare caro.
Cassani 5.5 – Ci prova solo nel secondo tempo con dei tiri dalla distanza. Non una buona prova.
Nocerino 5.5 – Solito spirito combattivo, ma oggi con quei giganti di Galloppa e Mariga sarebbe stata dura per tutti.
Simplicio 6 – Prova ad inserirsi negli spazi, ma viene stoppato bene prima da Morrone e poi dalla difesa del Parma.
Blasi 5 – Altro combattente che non incide, si vede solo al momento dell’ammonizione rimediata.
Pastore 4.5 – Prestazione incolore, la squadra cambia volto quando lascia il campo.
Bertolo 4.5 – Anche lui fantasma in mezzo al campo insieme a Pastore.
Cavani 5 – Prova ad incidere, ma non punge.
Budan 5.5 – Buona prova dell’attaccante croato, fa tutto quello che Cavani non è riuscito a fare nel corso del primo tempo.
Miccoli 6.5 – La vera sveglia della squadra la suona lui. Zenga ammette le proprie colpe e lui è un attimino più contento, ma per questo Palermo Miccoli non può rimanere a riposo.
Succi 5.5 – Lotta bene e conquista alcuni calci piazzati non sfruttati dalla squadra.

PAGELLE – Palermo – Bari 1-1 (Serie A)

PALERMO
Rubinho 6 Poteva forse essere più reattivo sulla conclusione di Alvarez che determina il gol iniziale, si riscatta evitando d’istinto l’autorete di Bovo.
Kjær 5.5 Il danese prova a rendersi pericoloso in avanti ma, al pari del suo compagno di reparto, soffre quando gli avanti del Bari hanno la palla fra i piedi.
Balzaretti 6 Solita prova di sacrificio sulla fascia, con grande corsa e diversi cross. In difficoltà però quando viene puntato, prima da Alvarez poi da Rivas.
Bovo 5 Meggiorini lo mette in apprensione diverse volte, rischia un’autorete e rimedia anche un cartellino giallo per evitare una ripartenza degli avversari.
Cassani 6 Bene sulla fascia destra, mette al centro diversi cross e difende bene la sua zona.
Nocerino 6 Corre fino all’ultimo minuto ma spesso paga in termini di lucidità.
Simplicio 6 Entra nel finale e cerca di lanciare i quattro attaccanti schierati da Zenga per recuperare il risultato.
Blasi 5.5 Lotta a centrocampo, recupera diversi palloni e commette una serie infinita di falli. Ma in fondo il Palermo lo ha preso proprio per questo.
Pastore 5.5 Una prova dai due volti per il giovane talento argentino: alterna tocchi deliziosi a errori elementari, anche a causa del terreno di gioco che non aiuta. Rimedia anche un cartellino giallo per simulazione.
Bresciano 5.5 Dovrebbe illuminare il centrocampo del Palermo ma, complice il terreno di gioco in condizioni non ottimali, la luce si accende raramente.
Cavani 5.5 Solita prova di movimento su tutto il fronte d’attacco ma meno concreto di altre occasioni. Serve a Succi una buona palla-gol ma da lui Zenga si aspetta sicuramente di più.
Budan 6.5 L’attaccante croato aveva sfiorato il pari a Firenze, contro il Bari lo trova in pieno recupero sfruttando un rimpallo e battendo con freddezza Gillet in uscita. A dimostrazione che il Palermo, con un terreno di gioco pesante, aveva bisogno di un attaccante di peso per trovare la rete.
Miccoli 6.5 Al pari di Cavani, soffre molto il terreno pesante. Da salentino, cerca in tutti i modi di battere Gillet ma il portiere belga gli nega il gol. E nel finale dopo uno splendido slalom non trova la porta ma solo gli applausi dei suoi tifosi. Aspettiamo di vederlo all’opera su un terreno ‘praticabile’.
Succi s.v. Solo una conclusione fuori misura su assist di Cavani nei pochi minuti in campo.

BARI
Gillet 6.5 Il portiere belga dimentica lo sfortunato esordio con la nazionale e sfodera diversi interventi che tengono il Bari avanti fino al 91′.
Masiello 5.5 Protegge la sua zona ma spesso viene superato in velocità da Balzaretti.
Bonucci 6.5 Diversi interventi duri ma anche precisi sulle iniziative degli avanti rosanero.
Ranocchia 7 Il migliore in campo. Domina sulle palle alte e blocca sul nascere le iniziative del Palermo. Già pilastro dell’under 21, potrebbe raccogliere eredità importanti nel giro di qualche anno anche in Nazionale maggiore.
Rivas 5.5 Entra al posto di Alvarez e prova a puntare Balzaretti ma conferma di essere poco incline al gioco di squadra.
Alvarez Reyes 6 Meno brillante rispetto alle prime due giornate, ha il merito di colpire il palo dopo 3 minuti nell’azione del gol di Allegretti.
Masiello 6.5 Bene sulla fascia sinistra, controlla le iniziative di Cavani e si propone in diverse occasioni nella ripresa.
Gazzi 6.5 Concreto e determinato a centrocampo, chiude bene gli spazi in collaborazione con Donati.
Allegretti 6 Si fa trovare pronto nel ribadire in rete la conclusione di Alvarez terminata sul palo, poi sparisce dal gioco fino alla sostituzione.
Donati 6 Buono l’esordio per l’ex giocatore del Celtic. Copre gli spazi e prova qualche incursione in avanti.
De Vezze 6 Entra per rinforzare il reparto ma nel finale il Palermo attacca a pieno organico e deve spesso rincorrere.
Langella 6 Entra nel finale ma regala diversi spunti in velocità, con alcuni assist dal fondo che i compagni non sfruttano nel migliore dei modi.
Kutuzov 6 Si muove molto sul fronte d’attacco e duetta bene con Meggiorini nonostante il terreno ostile.
Meggiorini 6.5 Ottima prova per l’ex attaccante del Cittadella, abile nelle sponde e nel proporsi sulle fasce. Spreca una buona occasione nella ripresa affrettando la conclusione ma va anche vicino allo 0-2 con un tiro in scivolata.

CALCIOMERCATO/ Palermo, preso Paletta, si tratta per Dzemaili

Gabriel Paletta è il nuovo colpo di calciomercato in salsa sudamericana del Palermo. Il giocatore argentino  sarà in Austria la prossima settimana e verrà valutato dallo staff rosanero durante il ritiro di Bad Kleinkirchheim, visto che è reduce da un grave infortunio.

Sembra invece più complicata la trattativa per Blerim Dzemaili, centrocampista granata. I direttori sportivi di Palermo e Torino, Walter Sabatini e Rino Foschi, si sarebbero incontrati ieri per parlare del centrocampista ma non c’e ancora nessun accordo. Il Torino infatti avrebbe richiesto come contropartita tecnica l’attaccante Igor Budan, ricevendo il rifiuto da parte della dirigenza rosanero, ma non è escluso un nuovo incontro nei prossimi giorni nel tentativo di trovare un accordo diverso.

CALCIOMERCATO/ Juventus scatenata, assalto decisivo a Xabi Alonso, nel mirino Kjaer e Quagliarella

Dopo aver chiuso l’operazione Diego e Cannavaro, la Juventus cerca di piazzare altri tre colpi in tre ruoli importanti: un regista, un attaccante e un difensore centrale. Per quanto riguarda la regia, l’obiettivo numero uno è Xabi Alonso. Lo spagnolo, seguito e poi accantonato la scorsa estate, è tornato prepotentemente di moda negli ambienti bianconeri. L’agente del giocatore ha chiuso ad una sua partenza, ma non tutto è perduto, visto che è risaputa la necessità del Liverpool di fare cassa per finanziare la prossima campagna acquisti. Rafa Benitez, tecnico dei Reds, vuole infatti David Silva e l’operazione sarà possibile solo cedendo un “pezzo grosso”. Ecco perché Xabi Alonso, a fronte di un’offerta di circa 20 milioni di euro, potrebbe lasciare l’Inghilterra. La Juventus sarebbe la prima scelta in quanto meta gradita come più volte dichiarato la scorsa estate. Per quanto riguarda l’attacco, invece, il nome che viene associato alla Vecchia Signora da tempo, è quello di Fabio Quagliarella.

C’è da battere la concorrenza dell’Inter, ma gli ottimi rapporti fra i due club bianconeri, più alcune questioni in sospeso, leggasi Paolucci, potrebbero fare pendere l’ago della bilancia dalla parte della Juve. Infine vi è la difesa. L’identikit del giocatore ricercato fa pensare a Simon Kjaer del Palermo. A Vinovo stanno infatti sondando il mercato alla scoperta di un difensore giovane, già esperto e soprattutto di buone speranze. Il danese dei rosanero è stato dichiarato più volte incedibile, ma in caso di una grossa offerta potrebbe lasciare la Sicilia.

SINTESI – Siena – Palermo 1-0 (Serie A)

GUARDA IL VIDEO DELLA SINTESI DELLA PARTITA TRA SIENA E PALERMO

PAGELLE – Le pagelle di Siena-Palermo, terminata 1-0

SIENA
Curci 6 Il Palermo non si rende mai pericoloso e, a parte un intervento sulla punizione di Miccoli, passa un pomeriggio di assoluto riposo.
Rossettini s.v. Entra negli ultimi minuti, al rientro dopo l’infortunio.
Zuniga 6.5 Il colombiano si conferma come una delle sorprese del campionato: unisce veloci ripiegamenti difensivi a iniziative offensive, come quella che determina il gol di Calaiò.
Portanova 6 Si dimostra un centrale sicuro, contiene bene Cavani e si fa vedere in avanti sui corner.
Ficagna 6 Prova senza sbavature, agevolata dalla giornata poco felice degli attaccanti rosanero. Ci prova di testa ma non è fortunato.
Del Grosso 6 Diligente sulla corsia di sinistra, offre diversi cross anche se spesso fuori misura.
Coppola 6.5 Buona prova a centrocampo, regge bene gli equilibri della squadra e tampona nelle poche occasioni in cui il Palermo attacca.
Jarolim 6 Cerca di allargare il gioco sulla fascia ma non crea mai pericoli alla difesa del Palermo.
Vergassola 6.5 Partita di grande sostanza, non si tira indietro quando c’è da lottare e partecipa all’azione che determina il gol vittoria.
Kharja s.v. Pochi minuti in campo, cerca di orchestrare qualche ripartenza.
Galloppa 6 Solito prezioso contributo a centrocampo anche se poco incisivo in fase offensiva.
Ghezzal 6.5 Schierato largo sulla sinistra, non risparmia energie e offre diversi spunti soprattutto negli ultimi minuti. Reclama un rigore per un intervento dubbio di Cassani.
Frick s.v. Gioca pochi minuti ma riesce a farsi notare per un diagonale dalla destra che termina sul palo.
Calaio’ 7 In continuo movimento, accende una partita soporifera controllando un pallone vagante in area di rigore, liberandosi di Migliaccio e superando Amelia. Va vicino al raddoppio nel finale con una conclusione al volo di sinistro.

PALERMO
Amelia 6 Non può nulla sulla conclusione ravvicinata di Calaiò, alza in angolo una conclusione dell’attaccante senese per evitare il raddoppio.
Bovo 5.5 Schierato da terzino, si difende bene sul gioco aereo ma va in difficoltà quando la palla è a terra, soprattutto sulle incursioni di Zuniga.
Cassani 5.5 Partita anonima, si preoccupa solo di difendere e rischia il rigore su Ghezzal.
Kjær 6 Il danese conferma le buone impressioni chiudendo in diverse occasioni sulle iniziative di Calaiò e Ghezzal.
Nocerino 5.5 Cerca di spegnere sul nascere le iniziative del Siena ma si ritrova spesso ad inseguire gli avversari.
Simplicio 5.5 Parte come trequartista e chiude come mediano. Cerca di organizzare la manovra, con esiti assolutamente inferiori alle attese.
Tedesco s.v. Si fa male subito e cede il posto a Bresciano.
Migliaccio 6 Gioca da difensore centrale e non demerita, evitando il raddoppio del Siena con un’attenta chiusura su Ghezzal.
Guana 5 Nervoso, si fa ammonire dopo pochi minuti e si ritrova spesso a inseguire fino alla sostituzione.
Bresciano 5.5 Sostituisce Tedesco ma gioca una partita anonima, senza i cambi di ritmo che sarebbero serviti al Palermo.
Miccoli 5.5 Ci prova nel primo tempo su calcio piazzato e nel secondo con una conclusione a giro che termina alta. Ma per accendere il gioco del Palermo serve sicuramente un altro Miccoli.
Succi 5.5 Rinforza la presenza rosanero in avanti ma si fa notare unicamente per un colpo di testa in anticipo su Curci che termina a lato.
Cavani 5 Prova opaca, lontana dalle belle prestazioni offerte durante questo campionato. Si fa vedere poco e quando Miccoli lo serve nella ripresa spreca malamente l’occasione.
Hernandez s.v. Pochi minuti in campo e nessuna iniziativa degna di nota.

Pagina successiva »