DirettaPartite.com

Jump to content.

PAGELLE – Le pagelle di Rubin Kazan-Inter, terminata 1-1 (Champions League)

RUBIN KAZAN
Ryzhikov 6.5 Non è molto impegnato, ma è bravissimo a respingere una conclusione di Eto’ da distanza ravvicinata.
Ansaldi 7.5 Spinge che è una bellezza sulla sinistra, sempre sul fondo, sempre a mettere in mezzo palloni pericolosi.
Salukvadze 6.5 Si appiccica a Eto’o, gli morde le caviglie, non lo lascia respirare.
Navas 6 Tiene d’occhio Mancini, compito agevole.
Sharonov 6 Fa buona guardia, non si fa sorprendere.
Dominguez 8 Segna con un’azione personale ridicolizzando Lucio. E’ sempre in movimento, regala tocchi d’alta scuola, gioca con grande intelligenza.
Ryazantsev 6.5 Dinamico motorino del centrocampo dai piedi buoni.
Karadeniz 7 Asfalta Chivu sulla fascia destra e crossa con grande pericolosità.
Noboa 7 Play maker davanti alla difesa, avanza il suo raggio d’azione quando il Rubin attacca e fa girare la palla con grande velocità.
Kasaev s.v. Entra nel finale.
Semak 7 Il capitano trascina la squadra specie nel finale a guidare un indemoniato forcing.
Bukharov 6.5 Un centravanti boa, che blocca tutti i palloni, fa salire la squadra, apre il gioco. Impreciso in zona gol.

INTER
Julio Cesar 7 Un paio di interventi decisivi evitano la sconfitta.
Zanetti 5 Corre con poco raziocinio, non tiene un pallone, sbaglia molti passaggi.
Chivu 4 Karadeniz lo fa soffrire più del dovuto, lui non si raccapezza.
Samuel 6.5 E’ il muro della difesa che tenta in tutti i modi di arginare le avanzate del Rubin.
Lucio 5 Si fa uccellare da Dominguez in occasione del gol russo, spesso in sofferenza quando i russi attaccano.
Maicon 6 Uno dei pochi a mantenere la calma e a cercare la profondità.
Stankovic 6 Si sacrifica molto, si spende con generosità, bravo quando si inserisce senza palla in area in occasione del provvidenziale pareggio.
Mancini 4 Inconsistente, inconcludente, invisibile.
Cambiasso 5.5 E’ in affanno, non riesce a tenere corta la squadra e a stabilire le giuste distanze tra i reparti.
Vieira s.v. In campo una decina di minuti.
Eto’o 5.5 In assenza di Milito, Mourinho gli chiede di fare la prima punta. Non la vede mai tranne quando costruisce da solo l’unica occasione pericolosa, gol a parte.
Quaresma 4 In campo mezz’ora al posto di Mancini, corre a vuoto, non riesce a difendere un pallone, sembra annebbiato e disorientato.
Balotelli 5 Gioca bene ed è l’unico dei suoi che dà l’impressione di poter far qualcosa di buono. Commette due ingenuità che gli costano l’espulsione. Sbagliando si impara.