DirettaPartite.com

Jump to content.

LE PAGELLE – Le pagelle di Sampdoria-Bari, terminata 0-0 (Serie A)

SAMPDORIA
Castellazzi 7 Decisivo su Alvarez, e anche il fallo su Meggiorini, in fin dei conti, si rivela una scelta azzeccata.
Accardi 5.5 Schierato sulla fascia sinistra, prova qualche cross ma non è a suo agio.
Gastaldello 6 In ripresa rispetto a mercoledì, buone chiusure.
Cacciatore 5.5 Non è ancora abituato a giocare in serie A, qualche sbavatura è inevitabile.
Rossi 5.5 Si prende qualche rischio di troppo, soffre Barreto nel primo tempo.
Poli 6 Nessun timore, qualche fallo di troppo, ma è un elemento su cui Delneri può sempre contare.
Ziegler 6 Bravo nel contenimento, un pò poco in avanti.
Tissone s.v. senza voto
Palombo 6.5 La sua assenza s’era fatta sentire mercoledì. Solito leader in mezzo al campo sfiora anche il gol su punizione.
Mannini 5.5 Una conclusione pericolosa ad inizio ripresa, ma in generale una partita grigia.
Franceschini 5.5 La fascia non è la sua zona preferita, e si vede.
Zauri 5.5 Fa poco per meritare la sufficienza.
Cassano 6.5 Sfiora il gol in avvio, poi come al solito si dedica ai compagni, ma la difesa barese concede pochissimi spazi.
Pazzini 5.5 Impacciato e spesso in ritardo, i centrali baresi lo bloccano, e nonostante gli assist di Cassano resta a bocca asciutta.

BARI
Gillet 7 Molto attento, salva su Cassano in avvio, poi dopo essere stato a lungo inoperoso, si ripete su Mannini.
Masiello 6 Se la cava con un pò di difficoltà.
Bonucci 6.5 Impeccabile su Pazzini, puntuale in ogni chiusura, il guardalinee gli nega un gol probbilmente regolare nel finale.
Ranocchia 6.5 Forma un’ottima coppia centrale con Bonucci, non sbaglia quasi niente, e dà sicurezza a tutto il reparto.
Koman s.v. Senza voto.
Donati 5.5 Partita difficile, non sempre nel vivo dell’azione.
Masiello 6 Falloso, ma dalle sue parti si aggira spesso Cassano, che è sempre un brutto cliente, e non sfigura.
Almiron 6 Più interdizione che regia, ma si rende comunque utile.
Alvarez Reyes 6.5 Velocissimo, mette più volte in crisi i difensori blucerchiati, peccato che al tiro non sia sempre preciso.
Meggiorini 6.5 Decisamente più vivace di Kutuzov, si procura il rigore che potrebbe regalare al Bari la vittoria.
Langella 6 Pericoloso di testa in avvio, cerca di sfruttare la propria velocità, ma finisce spesso in off-side.
Kutuzov 5 Pressochè invisibile finchè non s’infortuna ed è costretto ad uscire.
Barreto 5.5 Un buon primo tempo, una pessima ripresa. E l’errore dal dischetto è di quelli che pesano.

PAGELLE – Le pagelle di Lazio-Sampdoria, terminata 1-1

LAZIO
Muslera 6.5 – E’ molto bravo in almeno tre circostanze.
Lichtsteiner s.v. – Entra a pochi minuti dalla fine.
Diakite 6 – Svolge il suo compito senza troppi patemi.
Kolarov 5.5 – E’ pericoloso solo su punizione.
Siviglia 6.5 – Dimostra grande carattere e si sacrifica molto.
Cribari 6.5 – Riesce ad arginare bene gli attacchi genovesi.
Matuzalem 6.5 – Segna un gran gol e ne sfiora un paio.
Mauri 6 – Sfiora la vittoria in due circostanze fermato da Castellazzi.
Baronio 5.5 – Gioca bene per 70 minuti poi si fa espellere inutilmente.
Dabo s.v. – Non si vede quasi mai.
Brocchi 6.5 – Dimostra grande spirito di abnegazione.
Cruz 5.5 – Sfiora il gol dell’incredibile vittoria.
Rocchi 6.5 – Va spesso vicino al gol e serve alla perfezione Matuzalem per l’1-1.
Zarate 6.5 – Dà come sempre una mano alla squadra.

SAMPDORIA
Castellazzi 7 – Compie tre parate decisive di cui due in pieno recupero.
Lucchini 6 – Molto composto e determinato in difesa.
Stankevicius 6.5 – Molto incisivo nel centrocampo doriano.
Rossi 6.5 – Sa arginare molto bene le avanzate offensive laziali.
Poli 6 – Prestazione un po’ più timida rispetto alle altre volte.
Palombo 6.5 – Molto bene in fase propositiva, un po’ meno in quella difensiva.
Mannini 6 – Spesso è impreciso nelle conclusioni e anche egoista nei confronti dei compagni.
Zauri 6 – Non dispiace più di tanto in attacco.
Padalino 6 – E autore di un ottimo assist per Pazzini ma anche protagonista di un’inutile espulsione.
Ziegler 6.5 – E’ molto pericoloso nel finale con una bella punizione diretta sotto l’ncrocio dei pali.
Cassano 6 – Gli avversari lo rendono più contratto rispetto al solito Cassano.
Pazzini 6.5 – Segna la rete del provvisorio vantaggio e poi si sacrifica molto in attacco.
Pozzi s.v. – Entra a pochissimo dalla fine.

PAGELLE – Le pagelle di Sampdoria-Parma, terminata 1-1 (Serie A)

SAMPDORIA
Castellazzi 6.5 Due interventi determinanti
Lucchini 6 Giornata senza grossi problemi
Stankevicius 6 Poca proposizione, preferisce tenere la posizione
Gastaldello 5.5 Amoruso lo mette in difficoltà
Palombo 6 Un po’ annebbiato, ma c’è sempre
Mannini 6 Appannato rispetto allo standard cui ci ha abituato. Lo salva il cross per il vantaggio doriano.
Padalino 6 Un po’ più di vivacità sulla corsia di destra
Ziegler 5.5 Non spinge come dovrebbe a sinistra
Poli 6.5 Si fa vedere con buone cose in mezzo al campo. Con una penetrazione in area, rischia il primo gol in Serie A
Cassano 5.5 In ombra per il grande lavoro della difesa del Parma
Pazzini 6.5 Stacca benissimo sull’invito di Mannini; nella ripresa reclama (a ragione) un rigore
Pozzi s.v. Non ha tempo per graffiare
Bellucci 6 Tanto lavoro (oscuro) per la squadra. Regge 45′.

PARMA
Mirante 6 Incolpevole sul gol
Zaccardo 5.5 Galeotta spinta a Pazzini: rischia il rigore
Castellini 6 Si fa sentire a sinistra
Panucci 6.5 Comanda la difesa come uno come lui sa fare
Lucarelli 6 I doriani non lo superano con facilità. Qualche rudezza
Morrone 6 Tanta corsa
Zenoni 5.5 Nel secondo tempo, subisce un po’
Galloppa 7 Gol a parte, abbina qualità e sostanza
Mariga 5.5 Non riesce a dare il suo solito peso a centrocampo
Paloschi s.v. Solo 5 minuti, recupero compreso
Biabiany 5 Non lo vedi quasi mai
Amoruso 6.5 Punta di diamante dell’attacco parmense. Unico demerito aver sprecato la palla-match

PAGELLE – Le pagelle di Sampdoria-Inter, terminata 1-0 per i blucerchiati

SAMPDORIA
Castellazzi 7.5 Sempre attento e concentrato, straordinario nel respingere la punizione di Lucio nel finale che salva il risultato.
Lucchini 6.5 Bel duello con Milito. riesce a limitare il potenziale dell’argentino.
Stankevicius 6 Se ne sta guardingo sulla destra a presidiare la sua zona di competenza.
Gastaldello 6.5 Prende in consegna Eto’o e lo costringe a girare al largo dell’area di rigore.
Palombo 7 Un gladiatore in mezzo al campo, corre, pressa e cerca sempre la giocata in fase di impostazione.
Mannini 7 Uno stantuffo sulla destra, sempre pericoloso.
Franceschini s.v. In campo gli ultimi dieci minuti.
Zauri 6 Entra al posto di Bellucci, si piazza a sinistra e fa il suo in fase di contenimento.
Ziegler 6.5 Spinge continuamente sulla sinistra e riesce a mettere in mezzo qualche pallone interessante.
Tissone 6 Gioca l’ultima mezz’ora, ci mette un po’ a carbuare e a entrare in partita, ma è prezioso nei minuti finali.
Poli 6.5 Dimostra una grande personalità nonostante la giovane età, gioca con intelligenza e i suoi tocchi sono sempre puliti.
Bellucci 5 Schierato a sorpresa da Delneri, non è ancora al top.
Cassano 6 Partita di sacrificio, poche invenzioni, ma tanto impegno. E’ utile alla squadra.
Pazzini 6.5 Fa un grande movimento su tutto il fronte offensivo andando a saltare su ogni pallone. Bravo e freddo in occasione del gol.

INTER
Julio Cesar 6 Sempre ben piazzato sui tiri in porta dei doriani, un po’ impreciso nei rinvii.
Santon 6.5 Mourinho gli cambia due posizioni, ma lui è sempre bravo a giocare con ordine e a regalare qualche spunto interessante.
Zanetti 6 Fa un lavoro oscuro ed efficace in fase di copertura, si vede poco in avanti.
Chivu 5 Entra al posto di Balotelli, ma invece di far pesare la sua esperienza, porta solo confusione.
Samuel 6.5 Rintuzza i vari attacchi blucerchiati ed è sempre preciso nei disimpegni.
Lucio 5.5 Si perde Pazzini nell’occasione del gol vittoria della Samp, sfiora il pareggio con una bomba su punizione nel finale.
Maicon 5.5 Confusionario in fase offensiva, distratto in quella difensiva.
Cambiasso 6 La solita partita intelligente sia in fase di pressing che in fase di costruzione.
Vieira 6.5 FInché è in campo lui, l’Inter gestisce bene il possesso palla e cerca sempre l’azione manovrata.
Stankovic 5 Appesantito, poco mobile, sbaglia molto. Un errore farlo entrare.
Balotelli 7 Il migliore in campo dei suoi, inspiegabile la sostituzione di Mourinho.
Eto’o 5 Si allontana troppo dall’area avversaria, stralunato nelle conclusioni.
Quaresma s.v. Una ventina di minuti anonima.
Milito 5.5 Svaria molto, ma non trova mai il guizzo.

PAGELLE – Le pagelle di Fiorentina-Sampdoria, terminata 2-0 per i viola

FIORENTINA
Frey 7.5 Se la Fiorentina porta a casa tre punti senza rischiare nella ripresa, il merito è soprattutto suo. Nega il gol a Cassano dopo pochi minuti, poi si supera su Mannini e sulla girata di Pazzini. Se Domenech ha visto la partita, il Sudafrica lo aspetta.
Gamberini 6.5 Domina sulle palle aeree e libera senza esitare in diverse circostanze.
Kroldrup 6.5 Buona prova del difensore danese che controlla bene Pazzini e si fa sentire quando deve limitare il raggio d’azione di Cassano.
Comotto 6 Controlla bene la sua zona ma non spinge, soprattutto rispetto a Vargas. Va in difficoltà contro Mannini e quando incrocia Cassano.
Santana 5.5 Nel finale la Sampdoria lascia ampi spazi dietro. Avrebbe l’occasione del 3-0 ma la spreca malamente tirando su Castellazzi.
Montolivo 6 Entra dopo il 2-0, a partita ormai virtualmente chiusa. Deve ritrovare la convinzione.
Vargas 7.5 Nei primi minuti appare incerto, poi si scatena disputando una grande partita. Diverse volate sulla fascia e ottimi cross, tra cui quello per il 2-0 di Gilardino. A tratti incontenibile.
Jovetic 7.5 Il montenegrino non è più una sorpresa. Il momento difficile di Mutu gli sta regalando sicuramente spazi inattesi ma lui sta dimostrando un talento cristallino. Sigla un gol facile ma si rende pericoloso in continuazione.
Donadel 6.5 Aggredisce Palombo e Tissone, impedendo ai due di ragionare. Imposta bene la manovra e conferma una buona condizione fisica.
Zanetti 6.5 Offre diversi cambi di gioco e vince il duello con i centrocampisti blucerchiati, ben supportato da Donadel.
Jorgensen 6 Sostituisce Comotto e cerca di limitare Cassano quando si allarga sulla sinistra.
Gobbi 6.5 Prova concreta, non lascia spazio a Padalino e copre la corsia quando Vargas si lancia in avanti.
Marchionni 7 Ottima prova del tornante. Punta spesso Zauri, saltandolo quasi sempre, e serve a Jovetic un pallone da spingere. Se continua così, può confermarsi in nazionale.
Gilardino 6.5 Colleziona diversi fuorigioco e spreca un’occasione incredibile nel primo tempo. Ma, come al solito, lotta facendo reparto da solo. E al 66′ incorna di testa un cross di Jovetic, siglando il 2-0.

SAMPDORIA
Castellazzi 7 Subisce due gol ma ne evita almeno altri tre. Forse poteva essere difeso meglio dai suoi compagni di reparto.
Stankevicius 5 Spesso distratto, rischia il rigore su Jovetic e si fa travolgere sulla fascia da Vargas.
Gastaldello 5.5 Fa a sportellate con Gilardino e non sempre esce vincitore.
Rossi 6 Bene sulle palle alte ma quando Jovetic e Marchionni cercano l’inserimento palla al piede non si dimostra all’altezza.
Poli 6 Poteva essere al Mondiale Under 20 e invece la Sampdoria lo ha tenuto in Italia. Entra bene nella partita e sfiora il gol, merita fiducia.
Palombo 5.5 Prova in ombra, prova senza fortuna dalla distanza e rimedia un cartellino giallo.
Mannini 5.5 Ha l’occasione di pareggiare i conti al 30′ ma Frey gli nega l’ennesimo gol in campionato. Poteva sicuramente concludere meglio.
Zauri 5 Soffre terribilmente contro Marchionni, che lo salta puntualmente, e non si fa mai vedere in avanti.
Padalino 5.5 Mai incisivo sulla fascia, Gobbi lo controlla agevolmente.
Ziegler 5.5 Entra per Stankevicius ma il rendimento non cambia di molto.
Tissone 5.5 Perde il confronto diretto con Zanetti e Donadel, senza mai rendersi pericoloso in avanti.
Cassano 6 Un lampo dopo pochi minuti, neutralizzato da Frey. Poi qualche scintilla ogni tanto ma nulla rispetto alla luce vista nelle prime giornate.
Pazzini 5.5 Di sicuro a Firenze non sono aumentati i rimpianti. Sfiora il gol con una girata al volo, poi nient’altro.
Pozzi 5.5 Del Neri lo schiera accanto a Pazzini con Cassano alle spalle ma il giovane attaccante non riesce a rendersi pericoloso.

Le pagelle di Sampdoria-Siena, terminata 4-1 per i blucerchiati

SAMPDORIA
Castellazzi 6.5 Pochi interventi ma comunque molto sicuro.
Stankevicius 6 Il Siena attacca poco sulle fasce, non deve sudare troppo per meritare la sufficienza.
Gastaldello 6 Potrebbe essere meno irruento, comunque se la cava.
Rossi 6.5 Buona prova contro avversari ostici come Maccarone e Calaiò. Non concede spazi.
Poli 6 Gli manca un pò di malizia, ma questa verrà più avanti. Gioca con personalità, qualche sbavatura per eccesso di esuberanza.
Padalino 7.5 Non è da tutti segnare due gol in appena 45′ giocati. E’ in gran forma e si vede.
Ziegler s.v. senza voto.
Palombo 7 Ha il gran merito di sbloccare la partita con un tiro dei suoi. Molto continuo, sia in fase di impostazione che di interdizione.
Mannini 7 Moto perpetuo, corre per tutto il campo ma si conferma sempre lucido in zona-gol.
Franceschini s.v. senza voto.
Zauri 6 Si limita al minimo indispensabile, senza strafare.
Semioli 6 Alcune buone iniziative sulla destra, poi un acciacco lo costringe ad uscire.
Cassano 7.5 Suo il primo tiro in porta blucerchiato che dà la scossa alla Samp. Grande assist per il 2-0 di Mannini. Entra anche nelle azioni del 3° e 4° gol. Un incubo per la difesa senese.
Pazzini 6.5 Niente gol ma tanto lavoro oscuro. Curci gli nega la rete del 4-1, anche se poi ci pensa Padalino.

SIENA
Curci 5.5 Incerto sul tiro di Palombo che porta in vantaggio la Samp, sfortunato sulle respinte ribadite in rete da Padalino. I compagni però non lo aiutano.
Del Grosso 5.5 Tanto impegno, prova anche a farsi vedere al tiro, ma Padalino dalla sua parte fa ciò che vuole.
Ficagna 5.5 Molta fatica contro Pazzini, il mestiere non sempre può bastare.
Terzi 5.5 In difficoltà quando dalla sua parte arriva Cassano, è costretto ad usare le maniere forti per tenerlo, e con poco successo.
Brandao 5.5 Naufraga come i compagni di reparto. Brutta giornata anche per lui.
Jajalo 6 Schierato un pò a sorpresa al posto di Ghezzal, non sfigura, pur senza fare niente di eccezionale.
Ekdal 6 Entra a partita ormai chiusa, se la cava dignitosamente.
Parravicini 5 In continuo affanno sui pariruolo avversari, commette tanti falli finchè Giampaolo non lo toglie, evitandogli ulteriori sofferenze.
Vergassola 6 Da buon ex, prova a farsi rimpiangere, ma con la partita già compromessa dopo mezz’ora non può fare molto.
Fini 6.5 Il migliore del Siena, non solo per i gol ma anche perchè sbaglia poco ed è tra gli ultimi a mollare.
Maccarone 6 Sufficiente per l’impegno e per l’altruismo che lo porta più ad inventare per gli altri che per sè stesso. Non altrettanto aiutato dai compagni.
Calaio’ 5.5 Mai pericoloso, l’ombra di sè stesso
Reginaldo s.v. senza voto
Ghezzal 5 Il suo ingresso in campo non sposta gli equilibri. Non entra mai in partita.

PAGELLE – Atalanta – Sampdoria 0-1 (Serie A)

ATALANTA
Consigli 6 Non viene chiamato in causa spesso ma infonde sicurezza alla difesa. Sul gol non ha alcuna responsabilità, il pallone era imprendibile.
Talamonti 6 Difensivamente gioca una buona partita, manca la spinta e i cross che mettano in condizione Acquafresca di segnare.
Manfredini 7 Contiene Pazzini nei movimenti con autorità. Non è colpa sua se Cassano decide le partite con una giocata.
Bellini 5.5 Fatica a contenere le scorribande di Semioli e in un’occasione rischia quasi il rigore, ma l’arbitro per sua fortuna lascia correre. Ancora poco brillante.
Valdes Zapata 6.5 Entra, si sbatte e si rende pericoloso anche davanti, il palo gli dice di no.
Padoin 6.5 Fa da filtro a centrocampo e distribuisce bene palloni per i compagni di reparto. Importante.
Garics 6 Non è ancora il giocatore ammirato nella stagione passata ma le qualità ci sono e il tempo gli darà ragione. Nel frattempo ordinaria amministrazione.
Guarente 6.5 Si danna con la consueta grinta dal primo all’ultimo minuto. Gli manca ancora un pò di lucidità ma vale lo stesso discorso fatto per Garics.
Caserta 6.5 Chiamato a sostituire il nuovo acquisto Barreto, se la cava più che dignitosamente.
Doni 7 Si sbatte come sempre ed è lui insieme a Ceravolo il più pericoloso tra gli orobici. Con un colpo di testa nel finale pesca quasi il pareggio che sarebbe stato ampiamente meritato. Mai domo, esce stremato nel finale.
Tiribocchi 6.5 Entra e impensierisce subito la retroguardia doriana facendo valere il suo fisico. Colpisce un palo che meriterebbe miglior sorte.
Ceravolo 6.5 Impensierisce più di una volta un insuperabile Castellazzi ma la palla non vuole saperne di entrare. Esce a metà del secondo tempo.
Acquafresca 5 Tre partite e ancora zero gol. Non sarà tutta colpa sua ma c’è da dire che fino a questo momento ci si aspettava qualcosa in più. Impalpabile.
Tiboni s.v. s.v. : entra al posto di uno stanco Doni ma non ha il tempo per mettersi in luce.

SAMPDORIA
Castellazzi 8 Praticamente insuperabile. Una saracinesca prima sul tiro di Ceravolo nel primo tempo, poi vola e smanaccia un colpo di testa di Doni destinato sotto la traversa. Nel recupero c’è spazio per respingere ancora su Bellini; il legno alla sua destra si dimostra suo amico in due occasioni.
Stankevicius 6 L’Atalanta preme per lunghi tratti della partita e lui, ruvido in più di un’occasione, argina gli avversari come può.
Gastaldello 6 Autoritario, guida la difesa non senza qualche sbavatura. Ma alla fine il risultato da ragione alla Samp.
Rossi 6 Puntuale negli interventi, il suo lavoro difensivo viene limitato soprattutto per la buona prestazione dei centrocampisti blucerchiati.
Poli s.v. S.v.. Pochi i minuti giocati per esprimere un giudizio.
Ziegler 6 Entra al posto di Mannini per contenere e ci riesce.
Tissone 5 Solita grinta e piedi buoni, servirebbe alla squadra nel momento difficile ma si fa buttare fuori ingenuamente. Per sua fortuna i tre punti arrivano lo stesso.
Palombo 7 Prende in mano il centrocampo specialmente quando la Samp resta in dieci. Il lavoro sporco lo fa lui e pur senza essere mai spettacolare la concretezza è sotto gli occhi di tutti.
Mannini 7.5 Il gol della vittoria é suo e che gol!Fondamentale fino a quel momento, esce inevitabilmente per sanare gli equilibri di una squadra rimasta in dieci.
Zauri 6 Non è ancora spumeggiante ma ha il merito di non mollare mai anche nel momento della difficoltà.
Semioli 6.5 Nella manovra di ripartenza della Samp lui è sempre nel vivo dell’azione. Un altro acquisto che sarà utilissimo.
Cassano 8.5 Mette in difficoltà la retroguardia atalantina con le sue continue ripartenze. Nel primo tempo una punizione sfiora il palo e una conclusione finisce fuori misura di poco; nel secondo tempo non perdona e con una discesa sulla destra si porta dietro mezza difesa avversaria, si accentra e con tempismo perfetto smarca un puntualissimo Mannini che conclude alle spalle di Consigli. Fondamentale.
Pazzini 6 Si danna ma non viene mai messo in condizione di fare male, ma oggi va bene così
Pozzi s.v. S.v. Entra e la smania di far bene e mettersi in mostra gli fa prendere subito un’ammonizione. Verrà anche il suo momento

SINTESI – Sampdoria – Reggina 5-0 (Serie A)

GUARDA IL VIDEO DELLA SINTESI DELLA PARTITA TRA SAMPDORIA E REGGINA

PAGELLE – Le pagelle di Sampdoria-Reggina, terminata 5-0

SAMPDORIA
Castellazzi 6.5 Attento e reattivo nelle poche volte che la Reggina lo impegna.
Regini s.v. Una sgambata di venti minuti.
Stankevicius 6.5 Chiude bene tutti gli spazi, rende tutto facile.
Gastaldello 6.5 Nel primo tempo è libero da marcature e guida bene la difesa, Nella ripresa marca Corradi e lo ferma con personalità.
Raggi 6.5 Concentrato, non commette errori.
Padalino 7 In costante proiezione offensiva anche perché di fronte trova le praterie.
Ziegler 7 Anche lui, come Padalino, è padrone assoluto della sua fascia di competenza.
Dessena 7.5 Due bellissimi gol e una prestazione maiuscola per dinamismo e intelligenza tattica.
Palombo 7 Dirige bene il gioco sempre a testa alta.
Franceschini s.v. Entra sul 5-0.
Delvecchio 6.5 Non viene pressato, è libero di svariare, è prezioso in fase di appoggio.
Marilungo 6.5 Si muove bene e regala qualche giocata sopraffina.
Pazzini 6 Un po’ nervoso fino a quando non si sblocca poi esce per riposarsi in vista della finale di coppa.
Mustacchio s.v. Gioca mezz’ora, ma ormai la partita era chiusa.

REGGINA
Puggioni 4 Ha gravi responsabilità sui primi due gol di Dessena che indirizzano definitivamente la partita.
Dos Santos 4 Gli arrivano da tutte le parti, non può nulla.
Costa 4 Completamente surclassato dalle avanzate doriane.
Cirillo s.v. In campo a mezz’ora dalla fine a dare il cambio a Santos infortunato.
Lanzaro 3.5 Come tutti i compagni di reparto, con l’aggravante di essere eccessivamente distratto e svogliato.
Valdez 4 Commette un grave errore che porta i suoi a giocare in dieci dal 19′.
Viola s.v. Pochi minuti ad assaporare la Serie A.
Carmona 5 All’inizio prova a rincorrere gli avversari, poi capisce che è l’unico a farlo e smette.
Barilla’ 4 Non corre, troppo sotto tono.
Barreto 5.5 Meglio dei compagni, ma comunque non sufficiente.
Ceravolo 4 Va isolarsi sulla sinistra, non aiuta Brienza e, soprattutto, non ferma le avanzate di Padalino.
Corradi 4 Entra nella ripresa per provare a fare qualcosa, ma dopo pochi secondi la Samp fa il quarto gol. Si segnala per un eccessivo nervosismo del tutto fuori luogo.
Brienza 6.5 L’unico che ci prova, corre, lotta e tira in porta.
Adejo 4 Prestazione imbarazzante.

PAGELLE – Samp, travolta: perde la battaglia. Genoa – Sampdoria (3-1). Leggi le pagelle dei blucerchiati

Castellazzi 6 Poco sicuro sulle uscite alte. Subisce tre reti sulle quali può davvero poco.
Lucchini 5.5 Non riesce a contrastare Milito, l’argentino lo salta continuamente.
Accardi 6 Discreta gara. Non commette errori grossolani.
Pieri 6.5 Spinge molto per dare manforte alla squadra, lasciando però troppo spazio per le ripartenze degli avversari.
Gastaldello 5.5 Gioca mezz’ora nella quale non riesce a incidere.
Campagnaro 7 Spinge con continuità sulla fascia destra. Trova il gol del pareggio in pieno recupero di primo tempo, parte in fuorigioco ma lo merita solo per l’impegno. Peccato per l’espulsione nel finale di gara.
Raggi 6 Bella gara, si impegna molto, non disdegnando anche la fase offensiva. Esce per infortunio a un quarto d’ora dal termine.
Padalino s.v. Pochi minuti a disposizione per il centrocampista.
Palombo 7 come Juric combatte senza mai fermarsi. Non molla fino alla fine arrabbiandosi anche con Mazzarri dopo il secondo gol subito per aver ritardato il cambio di uno stanco Raggi.
Sammarco 5 Brutta serata la sua. Si mangia due occasioni d’oro che avrebbero potuto cambiare il corso della gara.
Delvecchio 6 Lui, il combattente per eccellenza viene buttato nella mischia solamente nella ripresa e per poco non si fa cacciare dopo pochi minuti. Gioca con troppa foga spesso perdendosi.
Franceschini 5.5 Non sembra in giornata ma Mazzarri continua a tenerlo in campo. Spesso rallenta il gioco.
Cassano 6 Preso di mira fin dalle prime battute. Subisce cinque falli nel giro di tre minuti che lo condizionano parecchio. Per quanti falli ha subito senza lamentarsi meriterebbe un dieci. Peccato che non basti solo questo. Da lui ci si aspetta la giocata che cambi la gara ma purtroppo non arriva.
Pazzini 5.5 Troppo solo in avanti. Sulle palle alte deve vedersela con mostri come Ferrari e Bocchetti che non li concedono spazio.

Pagina successiva »