DirettaPartite.com

Jump to content.

PAGELLE – Le pagelle di Siena-Lazio, terminata 1-1 (Serie A)

SIENA
Curci 6.5 – Molto bravo su una conclusione ravvicinata di Zarate.
Terzi 6 – Bene nei suoi ripiegamenti difensivi.
Brandao 5.5 – Fatica spesso a tenere a bada gli attacchi della Lazio.
Ficagna 6 – Combatte colpo su colpo su ogni pallone.
Del Grosso 5.5 – Molto discontinuo sulla fascia di competenza.
Codrea 6.5 – Sfrutta bene gli spazi che gli avversari gli lasciano incolpevolmente.
Jajalo 6 – Contribuisce alle buona trame offensive toscane.
Ekdal 6 – Si trasforma da centravanti senza sfigurare più di tanto.
Jarolim 5.5 – Avrebbe potuto sfruttare la sua freschezza in campo ma non ne approfitta.
Ghezzal 6 – Si deve sacrificare molto e subire le marcature stringenti biancocelesti.
Larrondo s.v. – Non fa in tempo a entrare in campo che la partita è gia finita.
Maccarone 6.5 – Certamente il migliore tra i suoi, segna la rete che tiene a galla la sua squadra e sfiora il raddoppio senza ricevere aiuti dai compagni.
Reginaldo 5.5 – Non si vede mai nel primo tempo e solo nella ripresa molta qualche sua qualità.
Calaio’ s.v. – Non tocca un pallone.

LAZIO
Muslera 6 – Rischia solo sul contatto con Maccarone che giustamente il guardalinee non ravvede come fallo.
Siviglia 6 – Si comporta da vero capitano richiamando spesso la squadra all’ordine e dando disposizioni come un allenatore.
Lichtsteiner 5.5 – Un po’ in ombra rispetto al solito.
Kolarov 5 – Non riesce nemmeno a mettere in difficoltà gli avversari su punizione, la sua specialità.
Radu 6 – Molto grintoso e incisivo nel togliere i palloni agli avversari.
Mauri 6.5 – Ha il merito di sbloccare la gara dopo pochi minuti ma poi scompare quasi dal campo.
Foggia 6.5 – E’ il migliore della Lazio, mette lo zampino per il gol di Mauri, è decisivo in un’altra occasione sprecata da Cruz; si spegne solo nel finale.
Brocchi 5 – Non riesce a crearsi spazio attorno a sè e nemmeno a prestare aiuto ai compagni.
Baronio 6 – Si propone molto nella fase offensiva e sembra il più lucido tra i suoi.
Zarate 6 – Compie delle buone giocate individuali anche se poco determinanti per la squadra.
Cruz 5.5 – Si vede annullare giustamente un gol per fuorigioco, dopo di che è impreciso in almeno un paio di circostanze.
Rocchi 5.5 – Entra a metà ripresa senza incidere più di tanto negli equilibri della squadra.

PAGELLE – Le pagelle di Parma – Siena terminata 1-0

PARMA
Mirante 6 Poco da fare quest’oggi.
Zaccardo 6.5 Sempre presente nelle chiusure su Maccarone nel primo tempo. In complesso una buona partita.
Castellini 6 Buona partita, senza infamia e senza lode.
Panucci 6.5 Sempre puntuale, gioca d’esperienza.
Lucarelli 6.5 Ottimo nelle coperture, puntuale e pulito.
Morrone 6 Buona partita nel complesso, tanta quantità.
Zenoni 6 Qualche galoppata sulla fascia e qualche buon croos.
Lunardini s.v. Poche le palle toccate.
Galloppa 7 E’ un punto di riferimento per tutto il centrocampo parmense, da valutare in chiave nazionale.
Dzemaili 6.5 Buona prova a centrocampo.
Paloschi 5.5 Buoni i movimenti, ma poca fortuna. Sbaglia due colpi di testa sotto misura che avrebbero potuto chiudere la partita.
Bojinov 6.5 Di buono c’è il gol che sblocca la partita, ma non è ancora in forma perfetta.
Amoruso 5.5 Poco incisivo in fase di finalizzazione.

SIENA
Curci 6.5 Buone parate nel finale del secondo tempo, incolpevole sul gol di Bojinov.
Brandao 5.5 Qualche disattenzione nel primo tempo, meglio nel secondo.
Del Grosso 6 Tutto sommato una partita dignitosa.
Terzi 5 Non al massimo della forma, colpevole sul gol di Bojinov.
Ekdal 6.5 Un’ottima azione in solitaria e alcune buone coperture dietro.
Codrea 6 Fa il suo lavoro, ma come tutto il suo reparto, quest’oggi non eccelle.
Vergassola 6 Buon secondo tempo.
Fini 4 Per un giocatore della sua esperienza un’espulsione del genere non è accettabile. Lascia la sua squadra in dieci per tutto il secondo tempo.
Genevier 5.5 Gioca solo un tempo. Non riesce a dare il giusto ritmo alla manovra del proprio reparto.
Rosi 6 Prestazione buona, finché il fisico tiene.
Jajalo 6.5 Entra nel secondo tempo e da movimento al centrocampo senese.
Ghezzal 5.5 Bene sul piano fisico, ma abbastanza inconsistente nel complesso.
Maccarone 6 Nel primo tempo si vede appena, nel secondo riesce più volte a mettere in difficoltà la difesa parmense.
Calaio’ s.v. Tocca pochi palloni.

PAGELLE – Le pagelle di Siena-Livorno, terminata 0-0 (Serie A)

SIENA
Curci 6 Chiamato solo ad un intervento su Lucarelli. Attento.
Brandao 7 Ottima partita difensiva la sua.
Del Grosso 6.5 Prova spesso e bene a crossare per gli attaccanti bianconeri, che purtroppo non ne approfittano.
Terzi 6 Non gioca una brutta partita ma oggi é piuttosto in ombra.
Garofalo 6.5 Entra al posto di Del Grosso e non lo fa rimpiangere, soprattutto in fase offensiva.
Codrea 6.5 é sempre nel vivo del gioco e prova qualche volta, senza successo, ad impensierire De Lucia dalla distanza.
Vergassola 6 Il capitano gioca una partita onesta e grintosa. Viene sostituito e si arrabbia con Giampaolo.
Fini 6 Nel finale qualche cross pericoloso ma è troppo tardi per cambiare le sorti dell’incontro.
Rosi 6.5 é uno dei giocatori senesi che ci prova di più; una prova di personalità che purtroppo non basta al Siena per portare a casa i 3 punti agognati.
Jajalo 5 Fuori partita, non dà quello che ci si aspettava da lui.
Ekdal 6 Deve fare di più per conquistarsi un posto da titolare.
Ghezzal 6 Entra, da dinamismo al gioco d’attacco senese ma non incide.
Maccarone 6.5 E’ uno dei migliori del Siena pur fallendo il calcio di rigore che indirizzerebbe la partita in maniera decisamente netta.
Calaio’ 5.5 Fornisce un grande assist per Vergassola, poi fallisce due occasioni clamorose davanti a De Lucia. Con una squadra così sterile in fase offensiva i suoi gol servirebbero.

LIVORNO
De Lucia 7.5 Para un rigore e compie un altro intervento decisivo su Fini.
Pieri 6 Con un Siena in sofferenza lui regge gli attacchi avversari con diligenza.
Miglionico 6 Entra al 46′ al posto di Knezevic infortunato e dà il suo contributo difensivo.
Knezevic 6 Gioca una partita attenta finché non si fa male. Molto sfortunato dopo essere stato fuori già 11 mesi.
Diniz Paxiao s.v. S.v.: pochi minuti per giudicare.
Rivas Lopez 6 Sulle palle alte é insuperabile ma se vuole tornare a giocare in una grande deve scordarsi certe amnesie.
Vitale 6 Partita di contenimento e non potrebbe essere altrimenti.
Mozart s.v. S.v.: Si stira dopo 20 minuti.
Moro 6 Come Vitale e Raimondi.
Pulzetti 5.5 Oggi soffre molto la vivacità di Maccarone ed è spesso costretto ad abbatterlo, come nell’occasione dell’ammonizione.
Raimondi 6 é uno di quei giocatori che lavora dietro le quinte e in silenzio. Utile.
Marchini s.v. S.v.: La sua partita dura meno di 20 minuti. Sull’occasione dell’espulsione e del conseguente rigore, non può che stendere Maccarone per evitare il gol.
Lucarelli 6 Sempre generoso, è lui l’unico ad impegnare Curci in un’occasione.
Tavano 5.5 La squadra soffre e soffre anche lui di conseguenza. Nessuna ripartenza degna di nota.

PAGELLE – Le pagelle di Siena-Chievo, terminata 0-0 (Serie A)

SIENA
Curci 7 Due interventi fondamentali; uno su Luciano nel primo tempo e l’altro nel finale, sul nuovo entrato Granoche.
Del Grosso 5.5 Tanti cross fuori misura, due punizioni ancora peggio. Corre tanto, quello si.
Ficagna 6 Meglio del compagno di reparto Brandao, inizia anche lui un pò in sordina e distratto.
Terzi 6.5 Difensivamente soffre Luciano ma davanti spesso è lui a rendersi pericoloso con cross e discese veloci. Esce stremato, vittima dei crampi.
Brandao 5.5 Inizialmente viene imbrigliato dalla velocità degli attaccanti clivensi, poi piano piano si riprende ma se il Siena non prende gol bisogna ringraziare Curci.
Jajalo 6.5 Il giovane gioiellino del Siena entra e mette subito in difficoltà coi suoi movimenti i giocatori del Chievo.
Vergassola 6 Ce la mette tutta. Su assist di Ghezzal, non riesce a battere a rete da posizione favorevole ma non è colpa sua, nemmeno Inzaghi avrebbe approfittato e si sarebbe aspettato un gesto di cotanta generosità.
Fini 6 Il ritmo del primo tempo è un pò quello di tutta la squadra, nel secondo tempo qualche buon cambio di campo con la palla al piede.
Codrea 6 Non gioca la partita della vita ma nel finale quasi pesca il Jolly che vale i 3 punti. Sfortunato.
Rosi s.v. S.v.
Ghezzal 6.5 Con un pò più di sano egoismo da attaccante, probabilmente il Siena oggi avrebbe potuto raccogliere di più. Comunque bravo e sempre molto importante per i toscani.
Maccarone 6.5 Gioca la sua partita, e pur senza tirare in porta, mette spesso zizzania nell’area avversaria, specie in due occasioni, prima con un colpo di tacco e poi con un contropiede molto veloce.
Calaio’ 6.5 Come Maccarone. Va vicino al gol nel primo tempo con un tiro di piatto dal limite dell’area che lambisce il palo.

CHIEVOVERONA
Sorrentino 5.5 Non è il solito Sorrentino: prima si scontra con Frey, rischiando di favorire Maccarone, poi pasticcia nel recupero con un goffo intervento su un tiro di Codrea: la palla per sua fortuna si stampa sul palo.
Morero 6 Partita di contenimento, zero gol subiti e obiettivo raggiunto.
Yepes 7 Il migliore della difesa veneta, guida la squadra con autorevolezza e non disdegna le incursioni offensive.
Mantovani 6 Come Frey.
Frey 6 Prestazione sufficiente per lui che viene messo un pò in difficoltà nel secondo tempo.
Bentivoglio 6.5 Gioca una buona partita e detta i tempi dei passaggi della squadra. Di Carlo ha ragione ha schierarlo dall’inizio.
Marcolini s.v. s.v.
Luciano 6.5 Nel primo quarto d’ora mette in difficoltà gli avversari con la sua grande velocità. Va quasi in gol con un bellissimo colpo di testa deviato da Curci, e non è esattamente la sua specialità.
Pinzi 6 Gioca bene nel primo tempo, poi si spegne.
Iori 6.5 Un giocatore che forse meritava la serie A prima dei 28 anni. Gioca bene col pallone tra i piedi e con grande intelligenza.
Bogdani 5.5 Crea poco e si vede meno.
Pellissier 7 Non ci sarebbe da scandalizzarsi a vederlo in una grande squadra all’alba dei 30 anni. Si muove, si smarca, si coordina bene anche col sinistro e salta bene di testa in occasione del palo. Lui rappresenta un Chievo che da anni non smette di stupire.
Granoche 6.5 Per l’argentino una grande occasione appena entrato. Fa più lui in 15 minuti che Bogdani in 75.

Le pagelle di Sampdoria-Siena, terminata 4-1 per i blucerchiati

SAMPDORIA
Castellazzi 6.5 Pochi interventi ma comunque molto sicuro.
Stankevicius 6 Il Siena attacca poco sulle fasce, non deve sudare troppo per meritare la sufficienza.
Gastaldello 6 Potrebbe essere meno irruento, comunque se la cava.
Rossi 6.5 Buona prova contro avversari ostici come Maccarone e Calaiò. Non concede spazi.
Poli 6 Gli manca un pò di malizia, ma questa verrà più avanti. Gioca con personalità, qualche sbavatura per eccesso di esuberanza.
Padalino 7.5 Non è da tutti segnare due gol in appena 45′ giocati. E’ in gran forma e si vede.
Ziegler s.v. senza voto.
Palombo 7 Ha il gran merito di sbloccare la partita con un tiro dei suoi. Molto continuo, sia in fase di impostazione che di interdizione.
Mannini 7 Moto perpetuo, corre per tutto il campo ma si conferma sempre lucido in zona-gol.
Franceschini s.v. senza voto.
Zauri 6 Si limita al minimo indispensabile, senza strafare.
Semioli 6 Alcune buone iniziative sulla destra, poi un acciacco lo costringe ad uscire.
Cassano 7.5 Suo il primo tiro in porta blucerchiato che dà la scossa alla Samp. Grande assist per il 2-0 di Mannini. Entra anche nelle azioni del 3° e 4° gol. Un incubo per la difesa senese.
Pazzini 6.5 Niente gol ma tanto lavoro oscuro. Curci gli nega la rete del 4-1, anche se poi ci pensa Padalino.

SIENA
Curci 5.5 Incerto sul tiro di Palombo che porta in vantaggio la Samp, sfortunato sulle respinte ribadite in rete da Padalino. I compagni però non lo aiutano.
Del Grosso 5.5 Tanto impegno, prova anche a farsi vedere al tiro, ma Padalino dalla sua parte fa ciò che vuole.
Ficagna 5.5 Molta fatica contro Pazzini, il mestiere non sempre può bastare.
Terzi 5.5 In difficoltà quando dalla sua parte arriva Cassano, è costretto ad usare le maniere forti per tenerlo, e con poco successo.
Brandao 5.5 Naufraga come i compagni di reparto. Brutta giornata anche per lui.
Jajalo 6 Schierato un pò a sorpresa al posto di Ghezzal, non sfigura, pur senza fare niente di eccezionale.
Ekdal 6 Entra a partita ormai chiusa, se la cava dignitosamente.
Parravicini 5 In continuo affanno sui pariruolo avversari, commette tanti falli finchè Giampaolo non lo toglie, evitandogli ulteriori sofferenze.
Vergassola 6 Da buon ex, prova a farsi rimpiangere, ma con la partita già compromessa dopo mezz’ora non può fare molto.
Fini 6.5 Il migliore del Siena, non solo per i gol ma anche perchè sbaglia poco ed è tra gli ultimi a mollare.
Maccarone 6 Sufficiente per l’impegno e per l’altruismo che lo porta più ad inventare per gli altri che per sè stesso. Non altrettanto aiutato dai compagni.
Calaio’ 5.5 Mai pericoloso, l’ombra di sè stesso
Reginaldo s.v. senza voto
Ghezzal 5 Il suo ingresso in campo non sposta gli equilibri. Non entra mai in partita.

PAGELLE – Siena – Roma 1-2 (Serie A)

SIENA
Curci 6.5 Decisivo in tre o quattro occasioni ma è costretto ad arrendersi a Mexes e Riise.
Brandao 5.5 In sofferenza nella ripresa, quando i giallorossi attaccano soprattutto dalla sua parte.
Ficagna 6 Bravo sulle palle alte, qualche pasticcio nel convulso finale.
Del Grosso 6 Se la cava grazie all’impegno, pur con qualche errore di troppo.
Terzi 5.5 Fa molta fatica, deve troppo spesso ricorrere alle maniere forti.
Jarolim 5.5 Un paio di cross e poco altro.
Codrea 5 Già ammonito, continua a rischiare con interventi al limite, e alla fine paga.
Vergassola 6 Più quantità che qualità, ma non sfigura di fronte ai più titolati avversari.
Fini 6.5 Regista ordinato e preciso, cerca pure di tanto in tanto la soluzione personale senza fortuna.
Jajalo s.v. senza voto
Ghezzal 5.5 Fuori partita, si nota solo per un paio di conclusioni fuori bersaglio.
Maccarone 6.5 Un bellissimo gol, misto di rapidità e tecnica. La difesa giallorossa però non gli concede molti altri spazi.
Calaio’ 6 Bello il lancio per Maccarone in occasione del gol, ma pesa l’occasione fallita ad inizio ripresa che poteva ipotecare la vittoria.
Reginaldo s.v. senza voto

ROMA
Julio Sergio 6 Poco impegnato, sul gol non può fare di più.
Juan 5.5 Al rientro dopo un lungo stop è in difficoltà. Chiede lui stesso il cambio.
Riise 7 Il suo missile dal limite decide il match. In poco più di mezz’ora in campo non poteva fare di meglio.
Mexes 6.5 Si lascia superare con troppa facilità da Maccarone, ma si riscatta con il gol che ripare la partita. Finisce il match giocando stabilmente in avanti.
Burdisso 5.5 Gioca a sinistra, adattandosi alle esigenze dell’allenatore, ma si vede che non è a suo agio.
Taddei 5.5 Lotta molto, ma senza costrutto.
De Rossi 6 Solito trascinatore, ma eccessivamente nervoso. importante comunque nel finale.
Perrotta 6 Non è al massimo della condizione, ma si rende ugualmente utile.
Cassetti 5.5 Prestazione opaca, solo qualche sporadica proiezione offensiva.
Brighi s.v. senza voto
Pizarro 5.5 Gioca tantissimi palloni ma la precisione è approssimativa. Spesso superato in velocità da avversari che giocano ad un altro ritmo.
Vucinic 6.5 Appena entrato sfiora subito il gol e dà profondità all’attacco giallorosso più di Baptista.
Baptista 5.5 L’infortunio a Brighi lo costringe ad entrare in campo a freddo e fatica a trovare la posizione in campo. Sostituito a sua volta dopo neanche un ‘ora di gioco.
Totti 7 Costantemente pericoloso, va spesso al tiro e guadagna tanti calci di punizione, compresso quello decisivo. Suo anche l’assist per il gol di Mexes.

CALCIOMERCATO/ Napoli, si lavora per lo scambio Zuniga-Calaiò

Potrebbe essere Zuniga il colpo a sorpresa del Napoli targato 2009/2010. Il veloce esterno colombiano del Siena è infatti molto apprezzato dal dg partenopeo Pierpaolo Marino. L’obiettivo è quello di creare una fascia destra davvero impressionante, grazie al tandem Zuniga-Maggio, una coppia davvero esplosiva che permetterebbe grandi incursioni e moltissimi cross, all’indirizzo della prima punta che verrà.

Il Napoli ci starebbe quindi pensando e vorrebbe mettere sul piatto la metà dell’attaccante Calaiò, attualmente in comproprietà fra bianconeri e azzurri, più soldi. L’attaccante ha fatto sapere di trovarsi molto bene a Siena e che potrebbe rimanere per un altro anno. Ora la palla passa alle due società.

SINTESI – Siena – Palermo 1-0 (Serie A)

GUARDA IL VIDEO DELLA SINTESI DELLA PARTITA TRA SIENA E PALERMO

PAGELLE – Le pagelle di Siena-Palermo, terminata 1-0

SIENA
Curci 6 Il Palermo non si rende mai pericoloso e, a parte un intervento sulla punizione di Miccoli, passa un pomeriggio di assoluto riposo.
Rossettini s.v. Entra negli ultimi minuti, al rientro dopo l’infortunio.
Zuniga 6.5 Il colombiano si conferma come una delle sorprese del campionato: unisce veloci ripiegamenti difensivi a iniziative offensive, come quella che determina il gol di Calaiò.
Portanova 6 Si dimostra un centrale sicuro, contiene bene Cavani e si fa vedere in avanti sui corner.
Ficagna 6 Prova senza sbavature, agevolata dalla giornata poco felice degli attaccanti rosanero. Ci prova di testa ma non è fortunato.
Del Grosso 6 Diligente sulla corsia di sinistra, offre diversi cross anche se spesso fuori misura.
Coppola 6.5 Buona prova a centrocampo, regge bene gli equilibri della squadra e tampona nelle poche occasioni in cui il Palermo attacca.
Jarolim 6 Cerca di allargare il gioco sulla fascia ma non crea mai pericoli alla difesa del Palermo.
Vergassola 6.5 Partita di grande sostanza, non si tira indietro quando c’è da lottare e partecipa all’azione che determina il gol vittoria.
Kharja s.v. Pochi minuti in campo, cerca di orchestrare qualche ripartenza.
Galloppa 6 Solito prezioso contributo a centrocampo anche se poco incisivo in fase offensiva.
Ghezzal 6.5 Schierato largo sulla sinistra, non risparmia energie e offre diversi spunti soprattutto negli ultimi minuti. Reclama un rigore per un intervento dubbio di Cassani.
Frick s.v. Gioca pochi minuti ma riesce a farsi notare per un diagonale dalla destra che termina sul palo.
Calaio’ 7 In continuo movimento, accende una partita soporifera controllando un pallone vagante in area di rigore, liberandosi di Migliaccio e superando Amelia. Va vicino al raddoppio nel finale con una conclusione al volo di sinistro.

PALERMO
Amelia 6 Non può nulla sulla conclusione ravvicinata di Calaiò, alza in angolo una conclusione dell’attaccante senese per evitare il raddoppio.
Bovo 5.5 Schierato da terzino, si difende bene sul gioco aereo ma va in difficoltà quando la palla è a terra, soprattutto sulle incursioni di Zuniga.
Cassani 5.5 Partita anonima, si preoccupa solo di difendere e rischia il rigore su Ghezzal.
Kjær 6 Il danese conferma le buone impressioni chiudendo in diverse occasioni sulle iniziative di Calaiò e Ghezzal.
Nocerino 5.5 Cerca di spegnere sul nascere le iniziative del Siena ma si ritrova spesso ad inseguire gli avversari.
Simplicio 5.5 Parte come trequartista e chiude come mediano. Cerca di organizzare la manovra, con esiti assolutamente inferiori alle attese.
Tedesco s.v. Si fa male subito e cede il posto a Bresciano.
Migliaccio 6 Gioca da difensore centrale e non demerita, evitando il raddoppio del Siena con un’attenta chiusura su Ghezzal.
Guana 5 Nervoso, si fa ammonire dopo pochi minuti e si ritrova spesso a inseguire fino alla sostituzione.
Bresciano 5.5 Sostituisce Tedesco ma gioca una partita anonima, senza i cambi di ritmo che sarebbero serviti al Palermo.
Miccoli 5.5 Ci prova nel primo tempo su calcio piazzato e nel secondo con una conclusione a giro che termina alta. Ma per accendere il gioco del Palermo serve sicuramente un altro Miccoli.
Succi 5.5 Rinforza la presenza rosanero in avanti ma si fa notare unicamente per un colpo di testa in anticipo su Curci che termina a lato.
Cavani 5 Prova opaca, lontana dalle belle prestazioni offerte durante questo campionato. Si fa vedere poco e quando Miccoli lo serve nella ripresa spreca malamente l’occasione.
Hernandez s.v. Pochi minuti in campo e nessuna iniziativa degna di nota.

PAGELLE – Napoli, cerca di recuperare! Siena – Napoli (2-1). Leggi le pagelle degli azzurri

Navarro 6.5 – Incolpevole sui gol e reattivo sulla conclusione di Ghezzal.
Santacroce 5.5 – E’ tra i meno peggio dei suoi ed è lui che salva sulla linea il pallone del possibile 3-0 di Ghezzal.
Aronica s.v. – Entra a pochi minuti dalla fine.
Contini 5 – Partita assolutamente insufficiente e impalpabile.
Cannavaro 5 – E’ responsabile come tutto il reparto arretrato nei gol subiti.
Montervino 5.5 – Tenta di proporsi in avanti senza alcun grande successo.
Mannini 5 – Prestazione al di sotto delle sue possibilità e rispetto a quello che aveva fatto fino ad adesso.
Blasi 5 – Non si fa mai quasi vedere dai propri compagni.
Amodio 4.5 – Spesso risulta totalmente assente dal campo.
Hamsik 5 – Dovrebbe dare la scossa alla squadra, invece si trascina lentamente alla rincorsa del pareggio.
Datolo 5.5 – E’ colui che batte la punizione che porta al 2-1 ma nel complesso è inconcludente.
Denis 5 – Non viene ben assistito dai compagni e combina poco.
Zalayeta 5 – Sottotono per gran parte della partita fino a che Donadoni lo cambia per Denis.
Pia’ 6 – Segna il gol della speranza ed è il migliore tra i suoi.

Pagina successiva »