DirettaPartite.com

Jump to content.

SINTESI – Torino – Bologna 1-1 (Serie A)

GUARDA IL VIDEO DELLA SINTESI DELLA PARTITA TRA TORINO E BOLOGNA

PAGELLE – Le pagelle di Torino-Bologna, terminata 1-1

TORINO
Calderoni 7 Sempre attento e reattivo, ottimo a respingere su un tiro a botta sicura di Marchini.
Diana 5.5 Dovrebbe arginare il forcing finale degli avversari giocando da incontrista per recuperare palloni, ma non ci riesce.
Natali 6.5 Concentrato e determinato, si fa apprezzare anche in avanti quando va a saltare sui corner.
Pisano 6 Troppo nervoso, qualche buona incursione.
Colombo 7 In costante proiezione offensiva, divora la fascia e sfiora più volte il gol.
Rubin 6.5 Una costante spina nel fianco per la difesa rossoblù.
Franceschini 6 Va in sofferenza nel finale su Osvaldo.
Dzemaili 5.5 Gioca abbastanza bene per un’ora, poi non riesce ad arginare il forcing finale del Bologna.
Rosina 7 Particolarmente ispirato, si vede da subito che ha voglia ed è determinato. A volte lezioso anche se sempre efficace.
Vailatti 6 Mezz’ora di grande impegno e dinamismo.
Gasbarroni 5 Ha la possibilità di giocare tanti palloni e di sfruttare il contropiede, ma sbaglia tanto.
Barone 6.5 Tatticamente intelligente, bravo a inserirsi al tiro.
Stellone 5.5 Gioca largo da seconda punta, ma non si ricordano sue giocate importanti.
Bianchi 5 Vanifica un paio di buone occasioni, manca di brillantezza.

BOLOGNA
Antonioli 6.5 Neutralizza bene un paio di tentativi di Bianchi e Barone, bravo e fortunato nell’occasione della traversa di Colombo.
Castellini 6 Tiene d’occhio Stellone e ne limita la pericolosità.
Zenoni 5 Troppo timido, subisce le combinazioni di Rubin e Pisano.
Terzi 5 Va in apnea sulla avanzate di Colombo.
Moras 6.5 Corre e sgobba parecchio, non va mai in sofferenza.
Mudingayi 5 Troppo irruento quando invece servirebbe più razionalità.
Casarini s.v. Costretto a uscire per infortunio dopo 13 minuti.
Coelho 6 Gioca con grande determinazione, ma a volte fa un po’ di confusione.
Amoroso 6.5 Lasciato in panchina da Papadopulo entra dopo 13 minuti al posto di Casarini. Fa il suo portando sostanza e personalità.
Marchini 6.5 Si fa notare per vivacità ed impegna Calderoni con un gran tiro.
Valiani 6 In fase difensiva deve contenere Rosina, ci prova in qualche modo. In fase offensiva tenta di inventare qualcosa. Si sacrifica per la squadra.
Volpi 7 Il condottiero della squadra, che prende per mano nel momento più difficile e aiuta i compagni a non perdere la testa.
Di Vaio 6.5 Fa sempre il suo, svaria molto, alterna puntate verso la porta ad appoggi intelligenti.
Osvaldo 7 Il suo ingresso cambia le sorti dell’incontro. I difensori granata vanno in difficoltà e si procura il rigore decisivo.

PAGELLE – Pazzia Sereni, il Toro si complica la vita. Fiorentina – Torino (1-0). Leggi le pagelle dei granata

Sereni 4.5 Il riflesso sulla zampata di Gilardino al 34′ è da applausi ma il resto della partita è da dimenticare. Spalanca la porta a Jorgensen ma viene graziato dal danese, esce in maniera incerta su Vargas e viene superato dal pallone che vale l’1-0, alla fine blocca il pallone con le mani fuori area e rimedia l’espulsione che gli farà saltare lo scontro salvezza di domenica.
Diana 5.5 Schierato al centro, vaga senza un obiettivo tattico ben preciso cercando di tamponare fino all’infortunio che lo costringe ad uscire.
Natali 6 Le scelte di Camolese determinano un attacco continuo da parte della Fiorentina. Si difende come può sul gioco aereo e rinvia senza esitazioni.
Colombo 5 L’atteggiamento eccessivamente difensivo del Torino ne limita le avanzate ma anche in fase difensiva deve soffrire la vivacità di Pasqual e Vargas sul suo lato.
Rubin 5.5 Schierato largo sulla sinistra, deve contenere le iniziative di Jorgensen e Comotto. Lo fa senza soffrire troppo ma non si propone mai in avanti.
Ogbonna 6 Incerto in alcune occasioni, fa valere la sua prestanza fisica sui cross alti e va vicino al gol del pari con un imperioso stacco di testa su cui Frey si supera.
Franceschini 6 Cerca di limitare le iniziative di Gilardino e Jovetic, ricorrendo talvolta alle maniere dure. Si spinge in avanti nel finale e trova il gol del pari, annullato per un fuorigioco alquanto dubbio.
Dzemaili 5.5 Quando il Torino deve organizzare il gioco e fare la partita, i suoi piedi sono fondamentali. Oggi i granata hanno assistito in difesa alle iniziative viola e per questo il suo contributo è stato sicuramente inferiore alle attese.
Rosina 5 Camolese lo getta nella mischia dopo aver subito il gol nella speranza che una sua giocata possa cambiare le sorti della gara. Speranza vana.
Vailatti 6 La manovra del gioco sempre in mano ai viola lo costringono ad una rincorsa continua. Gioca con discreta lucidità e impegna Frey con una conclusione dalla distanza.
Barone 6 Entra per Dzemaili ma si fa notare solo nei minuti finali quando il Torino prova ad affacciarsi in avanti.
Stellone 6.5 Gioca da capitano, rientrando spesso a prendere il pallone. Si sacrifica ma non riesce mai a rendersi pericoloso dalle parti di Frey, anche a causa dell’atteggiamento suicida scelto da Camolese.
Bianchi 6 Isolato in avanti, cerca di lottare come può contro Dainelli e Gamberini. Davvero difficile pretendere di più.
D’ONOFRIO 5.5 Un debutto poco piacevole da ricordare per il risultato finale, soffre sicuramente l’emozione ma anche l’atteggiamento troppo prudente della sua squadra.

PAGELLE – Fiorentina avanti piano. Fiorentina -Torino (1-0). Leggi le pagelle dei viola

Frey 6.5 Praticamente in vacanza per oltre ottanta minuti, si supera sul colpo di testa di Ogbonna che poteva valere il pari. Non può nulla su Franceschini ma viene graziato dal direttore di gara.
Gamberini 6 Prova discreta, copre bene gli spazi nelle poche occasioni in cui il Torino attacca. Soffre solo nel finale.
Pasqual 6.5 Dopo le polemiche interne in settimana, disputa una buona prova e recapita al centro una quantità incredibile di cross. Nessuno di questi purtroppo crea problemi veri al Torino.
Dainelli 6 Dirige bene il reparto arretrato, anticipando in diverse occasioni Bianchi sul gioco aereo ma dimostra poca sicurezza quando la palla è a terra.
Comotto 6 Spinge quando può sulla corsia destra, duellando con Rubin ma senza avere nettamente la meglio.
Jorgensen 5.5 Entra al posto di Semioli e dimostra la sua intelligenza tattica coprendo bene la fascia destra. Fallisce tuttavia un’occasione clamorosa alla fine del primo tempo con la porta sguarnita e nella ripresa vanifica un assist di Jovetic.
Montolivo 6 Conferma di attraversare un periodo non brillante dal punto di vista atletico e fatica a organizzare la manovra. Sfiora il gol nel finale con un tiro che colpisce l’incrocio.
Vargas 7 Il peruviano torna finalmente ai livelli di Catania, agevolato dalla nuova posizione avanzata sulla fascia che gli risparmia i compiti difensivi. Bravo e fortunato in occasione del gol vittoria, si concede una serie di volate impressionanti sul binario sinistro.
Kuzmanovic 6.5 Prova di sostanza per il centrocampista viola, che rimedia un cartellino giallo per un fallo su Dzemaili ma ha il merito di lanciare Vargas in occasione del gol.
Jovetic 5.5 Un passo indietro per il montenegrino rispetto alla prova brillante contro la Roma. Sbaglia diversi controlli, anche semplici, e non riesce ad illuminare il gioco come vorrebbe Prandelli. Si riscatta parzialmente nel finale con uno slalom e un assist sprecato da Jorgensen.
Semioli 6 Comincia bene, sfiorando il gol di testa su un cross di Pasqual. Poi un infortunio muscolare lo mette ko e deve abbandonare il campo.
Gobbi 6.5 Sostituisce Vargas quando il peruviano accusa un problema muscolare e presidia bene la fascia, regalando buone sponde e diverse iniziative.
Gilardino 6.5 Come sempre determinante con il suo movimento su tutto il fronte d’attacco. Fa da sponda per i compagni e tiene impegnati i difensori granata, solo l’istinto di Sereni nel primo tempo gli nega il gol.

SINTESI – Torino – Siena 1-0 (Serie A)

GUARDA IL VIDEO DELLA SINTESI DELLA PARTITA TRA TORINO E SIENA

TORINO-SIENA 1-0 (1-0)

MARCATORE: 10′pt Bianchi (T)

TORINO (3-4-1-2): Sereni; Di Loreto (37′pt Ogbonna), Natali, Franceschini; Colombo, Dzemaili, Barone, Rubin; Rosina (18′st Gasbarroni); Bianchi, Stellone (28′st Ventola). (Calderoni, Pratali, Abate, Vailatti). All.: Camolese.

SIENA (4-3-1-2): Manitta; Del Prete, Portanova, Brandao, Del Grosso (20′st Rossi); Vergassola, Codrea, Galloppa (7′st Jarolim); Kharja; Calaiò, Frick (8′st Ghezzal). (Eleftheropoulos, Ficagna, Coppola, Larrondo). All.: Giampaolo.

ARBITRO: Damato di Barletta

NOTE: spettatori 15.000 circa. Ammoniti: Kharja, Rubin. Angoli: 6-3 per il Torino. Recupero: 2′; 3′.

PAGELLE – Siena, troppo poco! Torino – Siena (1-0). Leggi le pagelle dei bianconeri

Manitta 7 -Sul gol ha poche colpe. Con le sue parate evita un passivo più rotondo.
Portanova 5 -Come i compagni di reparto, prestazione non sufficiente. Troppo distratto e leggero nelle marcature.
Del Grosso 5.5 – Chiuso da Colombo sulla fascia, riesce raramente a spingersi in avanti e a servire cross ai compagni.
Brandao 5 -I suoi troppi svarioni difensivi agevolano la giornata di Bianchi e compagni.
Del Prete 5 -E’ apparso molle e poco motivato. Ha lasciato troppi spazi a Rubin nella fascia di sua competenza.
Vergassola 5 -Poco ispirato nell’impostazione e poco efficace nell’interdizione. Si fa saltare con troppa facilità dagli avversari.
Codrea 5 -Perde troppi contrasti e non garantisce il filtro necessario in mezzo al campo.
Kharja 6 -Non gioca una grandissima partita ma è forse l’unico a mettere in campo la carica agonistica del tutto assente tra i compagni.
Jarolim 6 -Entra nel momento migliore dei suoi, contribuendo a vivacizzare ed accellerare la manovra senese.
Galloppa 5 -Poche idee e poche incursioni in avanti. Rilevato da Jarolim al 52′.
Rossi 6 -Rileva Del Grosso e si limita a presidiare la fascia sinistra con poche incursioni offensive.
Ghezzal 6 -Decisamente più convincente di Frick. Nella seconda parte della ripresa imposta diverse azioni pericolose.
Calaio’ 6 -Non ha molte palle giocabili, tuttavia riesce a creare qualche pericolo alla retroguardia granata. Nel finale sfiora il gol.
Frick 5 -Schierato a sorpresa al posto di Ghezzal, praticamente non si fa mai vedere. Tocca pochissimi palloni e anche senza palla fa poco movimento.

PAGELLE – Torino, avanti piano. Torino – Siena (1-0). Leggi le pagelle dei granata

Sereni 7 -Praticamente inoperoso per tutta la partita, dimostra una straordinaria freddezza nelle uniche due clamorose occasioni degli ospiti. Salva il risultato sul tiro di Calaiò al 10′.
Natali 6.5 -Buona la sua prestazione in copertura, facilitata anche dalla modestia degli avversari nella gara odierna.
Di Loreto 6 -Buona la sua prova nella prima parte di gara. Costretto ad abbandonare il terreno di gioco al 37′ a causa di una lussazione alla spalla destra.
Colombo 6.5 -Vince l’opposizione di Del Grosso e Galloppa proponendosi costantemente anche alle azioni offensive dei suoi.
Rubin 6.5 -Corre tantissimo per tutta la gara. Innesca dei bei duelli con Kharja, uscendone quasi sempre vincitore.
Franceschini 6 -Copre bene gli spazi presidiando bene la zona di sua competenza.
Ogbonna 6 -Subentra all’infortunato Di Loreto a fine primo tempo trovando subito la giusta collocazione in campo.
Dzemaili 6.5 -Come i compagni di reparto è bravo a fare possesso palla e a non far passare palle insidiose verso gli attaccanti senesi. Tenta la conclusione personale in diverse circostanze, sfiorando più volte il gol.
Rosina 6.5 -Si fa in quattro mettendoci l’anima in ogni pallone. Esce tra gli applausi per lasciare il posto a Gasbarroni al 63′.
Gasbarroni 6 -Prende il posto di Rosina nella seconda parte della ripresa. Entra nel momento migliore degli avversari ed è bravo a sacrificarsi anche in fase difensiva.
Barone 6.5 -Gran corsa e tantissimo pressing. Praticamente non fa quasi mai vedere la palla ai centrocampisti avversari.
Stellone 7 -Partita di altissimo spessore. Ha un’ottima l’intesa con Bianchi e Rosina, serve l’assist per il gol decisivo a Bianchi e crea costantemente pericoli alla retroguardia senese.
Ventola 6 -Gioca gli ultimi venti minuti mostrando una grande grinta e tanta voglia di fare.
Bianchi 7.5 -Sicuramente il migliore in campo. Sigla il gol decisivo, colpisce una traversa e si porta al tiro in tante altre occasioni. L’unica pecca: talvolta troppo egoista sotto porta.

SINTESI – Milan – Torino 5-1 (Serie A)

GUARDA IL VIDEO DELLA SINTESI DELLA PARTITA TRA MILAN E TORINO

MILAN-TORINO 5-1 (Primo tempo 2-0)
MARCATORI: Inzaghi (M) al 13’, al 37’ p.t. e al 15’ s.t.; Kakà (M) su rigore al 23’, Franceschini (T) al 35’, Ambrosini (M) al 45’ s.t.
MILAN (4-3-1-2): Dida; Flamini, Senderos, Maldini (dal 27’ s.t. Darmian), Zambrotta; Beckham, Pirlo, Ambrosini; Kakà; Inzaghi (dal 20’ s.t. Shevchenko), Pato (dal 1’ s.t. Ronaldinho) (Kalac, Mattioni, Seedorf, Cardacio). All: Ancelotti
TORINO (4-4-1-1): Sereni; Rivalta (dal 40’ p.t. Dellafiore), Natali, Franceschini, Rubin (dal 20’ s.t. Ogbonna); Abate, Barone, Dzemaili (dal 1’ s.t. Saumel), Diana; Rosina; Bianchi (Calderoli, Vailatti, Stellone, Colombo). All: Camolese
ARBITRO: Banti di Livorno
NOTE - Spettatori paganti 11.239 per un incasso di euro 242.941,00; abbonati 42.822 per una quota di euro 727.965,21. Ammoniti Franceschini, Diana e Sereni per gioco scorretto. Angoli 6-1. Recuperi 1’ pt e 35’’ st.

PAGELLE – Toro sotterrato. Milan – Torino (5-1). Leggi le pagelle dei granata

Sereni 5 Non può nulla sui gol presi anche se sull’azione del rigore poteva fare meglio.

Rivalta 5.5 Fatica terribilmente con il funambolico Pato. Esce anticipatamente per infortunio.

Diana 5 Non riesce a sfruttare gli spazi come dovrebbe d’altronde il Milan utilizza molto il raddoppio di marcatura.

Franceschini 5.5 Ha solo il merito di segnare il gol. Per il resto soffre troppo Inzaghi.

Natali 5 Troppo nervoso, non riesce a fermare Kakà se non con il fallo.

Dellafiore 5.5 Camolese si copre inserendolo per bloccare Pato ma il brasiliano anche per lui è imprendibile.

Rubin 5.5 Dopo un buon avvio viene messo in ombra dall’ottima prova di flamini. Fatica a spingere.

Ogbonna 5 Entra per arginare le avanzate del Milan ma senza risultati.

Dzemaili 5.5 E’ sua l’unica conclusione in porta nel primo tempo ma da lui ci si aspetta di più.

Rosina 5 Il fantasista era in vacanza. Tocca pochi palloni e ne sbaglia ancora di più. Appare stanco e fuori forma.

Abate 6.5 Contro la sua ex squadra offre una prestazione da assoluto protagonista. Se il Torino è ancora in vita è merito suo.

Saumel 6 Cerca di combinare qualcosa di buono ma se la squadra non ti appoggia diventa tutto più difficile.

Barone 5 Ambrosini lo annulla completamente. Non riesce a fare filtro a centrocampo.

Bianchi 6 Troppo solo in avanti cerca di fare come può contro Senderos e Maldini.

PAGELLE – Inzaghi: come te, nessuno c’è! Milan – Torino (5-1). Leggi le pagelle dei rossoneri

Dida 6 Praticamente inoperoso per tutta la gara. Non può nulla sul gol in mischia di Franceschini:

Maldini 7 Il capitano offre una prestazione ottima. Non sbaglia niente e annulla Bianchi senza difficoltà.

Zambrotta 6 Spinge meno del solito forse perchè viene schierato a sinistra anzichè a destra.

Senderos 7 Finalmente una prova di spessore da parte dello svizzero. Offre sicurezza al reparto difensivo con alcune buone chiusure.

Darmian s.v. Pochi minuti a disposizione per il giovane attaccante.

Flamini 7.5 Anche da terzino destro dimostra di attraversare un ottimo momento di forma. spinge con continuità e sfiora il gol con una conclusione al volo.

Beckham 7 Il suo ritorno in campo è una manna dal cielo per Inzaghi, grazie all’inglese l’attaccante va a sceno due volte.

Ambrosini 6.5 Non avrà ancora rinnovato il contratto ma con la prestazione di oggi ha mandato un chiaro segnale alla società. Procura il calcio di rigore del 4-0 e realizza il gol del 5-1 con un sinistro da vero attaccante.

Pirlo 6.5 Gara perfetta, deve solo dare il pallone in avanti senza preoccuparsi più di molto. D’altronde i centrocampisti granata non possono impensierirlo.

Kaka’ 6.5 Dimostra ancor auna volta di non esserci con la testa. Spreca malamente una facile conclusione da pochi passi. Solo su rigore poteva segnare. Si sveglia nel finale servendo ad Ambrosini il pallone del 5-1.

Shevchenko s.v. Entra a giochi ormai conclusi ricevendo pochi palloni.

Ronaldinho 6.5 Giocoliere. Entra per far divertire il pubblico, perfetto il passaggio in profondità che vale ad Inzaghi la tripletta.

Inzaghi 8.5 Evergreen. Realizza una doppietta di testa. Come lui al mondo di attaccanti non ne esistono. Non contento segna anche un terzo gol con un destro di potenza.

Pato 6.5 Funambolico. Mette in difficoltà sia Rivalta che Dellafiore ma non va mai al tiro. Esce a fine primo tempo per un piccolo problema muscolare.

Pagina successiva »