DirettaPartite.com

Jump to content.

CALCIOMERCATO/ Napoli, si punta su Inler e Aquafresca

Gokhan Inler è il nuovo obiettivo del Napoli, anzi sembra, secondo il quotidiano Il Mattino, che ci sia stato un contatto tra la dirigenza partenopea e il presidente del club friuliano Giampaolo Pozzo. Tra le due società i rapporti sono più che buoni e sembra ci sia stato un contatto preliminare per sondare la disponibilità dei friulani a trattare il centrocampista di origini turche. Certo il prezzo del cartellino del giocatore si aggira intorno ai 14 milioni di euro e il Napoli deve battere la concorrenza dell’Inter che ha da tempo messo gli occhi su di lui.

Sul fronte Acquafresca ci sono poche novità se non che i partenopei sembrerebbero in vantaggio rispetto a tutte le altre squadre di A interessate all’attaccante cagliaritano. «Aspettiamo di conoscere il pensiero dell`Inter – continua a ripetere Paolo Fabbri procuratore del giocatore. Il Napoli? Napoli e il Napoli sono una piazza e una società alle quali è difficile dire no». Oggi intanto Marino si incontra con i procuratori di Lavezzi a cui dirà che l’argentino non è sul mercato, visto che il giocatore sarà un pilastro del Napoli della prossima.

CALCIOMERCATO – Inter, per Milito il nodo è Acquafresca

Inter e Genoa, il faccia a faccia per definire la questione Milito è imminente. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport infatti, nella giornata di ieri, il procuratore del giocatore, Fernando Hidalgo, avrebbe fatto la spola tra Milano e Genova, per poi trattenersi a cena con il giocatore. La trattativa, dopo le voci che si rincorrono da gennaio, e fiumi di inchiostro versati sulla vicenda, sembra finalmente entrare nel vivo. E Mourinho, che vorrebbe anche Thiago Motta, avrebbe dato il suo benestare alla trattativa. Il nodo della questione è nella contropartita tecnica che probabilmente verrà inserita per abbassare il valore del cartellino che si avvicina i 30 milioni di euro: Preziosi vuole  Acquafresca, ma l’Inter non sarebbe convinta, innazitutto non ha ancora deciso se tenerlo o no in rosa nel corso della prossima stagione e poi, nel caso decidesse di cederlo, non vorrebbe farlo a titolo definitivo.

Conosciamo meglio… Robert Acquafresca

Esordisce in Serie A l’11 settembre 2005, giorno del suo diciottesimo compleanno, in Treviso-Livorno (0-1). Nella stagione 2005/06 colleziona 8 presenze nella massima serie.

Nella stagione seguente, in Serie B, conquista il posto da titolare e si mette in luce come uno dei giovani più promettenti del calcio italiano, mettendo a segno 11 reti in 35 presenze. Il 20 gennaio 2007 realizza la prima tripletta della sua carriera in Treviso-Spezia (3-0).

 

Cagliari 
Nell’estate del 2007 l’Inter ne riacquista l’intera proprietà, cedendolo poi in comproprietà al Cagliari. Nella prima partita da titolare, in Cagliari-Siena (2-1) di Coppa Italia , segna i 2 gol che permettono alla squadra sarda di qualificarsi agli ottavi di finale.

Il 26 settembre 2007, a 20 anni, segna il suo primo gol in Serie A, in Lazio-Cagliari (3-1). In Cagliari-Milan (1-2), nella partita che segna il ritorno in panchina di Nedo Sonetti, realizza il gol che porta in vantaggio i sardi a una manciata di minuti dal fischio d’inizio. Con l’arrivo del tecnico Davide Ballardini torna a giocare con maggiore continuità, realizzando 11 gol in 32 presenze, decisivi nel girone di ritorno che porterà il Cagliari alla salvezza. A fine stagione l’Inter lo riscatta per 5 milioni ma lo lascia in prestito al Cagliari per un altro anno. Nella stagione 2008/09 conferma la sua buona vena realizzativa (da segnalare il gol segnato a San Siro contro la sua futura squadra nell’1-1 contro l’Inter), contribuendo alla buona stagione del Cagliari guidato dall’esordiente Allegri.

Nazionale 
Ha vestito le maglie di tutte le nazionali giovanili italiane, dall’Under-17 all’Under-20. Con la Nazionale Under-21 ha esordito il 1° giugno 2007 in Italia-Albania (4-0), segnando il primo gol italiano. Segna una doppietta in Italia-Croazia, partita fondamentale per la qualificazione agli europei diputata il 12 ottobre 2007 allo stadio Guido Angelini di Chieti.

Avendo anche il passaporto polacco (sua madre è originaria della Polonia), gli era stata avanzata la prospettiva di una sua possibile convocazione con la Polonia in vista del campionato d’Europa 2008, ma questa eventualità è stata rifiutata da Acquafresca in virtù della sua preferenza per gli Azzurri e la speranza di giocare nella Nazionale maggiore; in ogni caso, la convocazione ufficiale polacca non arrivò mai.

Nell’estate 2008 viene convocato nella Nazionale Olimpica per le Olimipiadi di Pechino. Nella prima partita della manifestazione olimpica, realizza il rigore del 3-0 dell’Italia sull’Honduras.

 Riconoscimenti 
Gli è stato conferito il “Grand Prix Corallo Città di Alghero” nel corso del Gran Galà dello Sport e della Tv svoltosi il 12 luglio 2008 ad Alghero, nella categoria “Sportivi dell’Anno”. Ha ricevuto nel 2008 anche il premio “Silvio Piola” come giocatore Under 21 più promettente della stagione calcistica 2007/2008 dalla città di Vercelli.

 

 

GUARDA IL VIDEO DI ROBERT ACQUAFRESCA

CALCIOMERCATO – Inter, Mourinho “adora” Acquafresca

Robert Acquafresca vestirà finalmente la maglia nerazzurra il prossimo anno? Sembra di sì, anche se quello attuale non è un periodo eccezionale per il giovane bomber, che manca all’appello del gol da circa due mesi. Nel frattempo il suo Cagliari vola e Matri gli sta rubando, in parte la scena. Una cosa è certa, Mourinho crede nel ragazzo (che a San Siro ha bucato l’Inter fornendo in generale un’ottima prestazione). «L’ultima chiacchierata l’abbiamo fatta lunedì sera – ha spiegato Fabbri. l’agente del ragazzo – ma la parola fine sulla trattativa la metteremo a fine aprile. Mourinho lo adora. Dubito che se ne privino. E’ naturale che se l’Inter chiama, il ragazzo torna a Milano. E’ di proprietà della società nerazzurra. Poi spetterà a Robert valutare: tornare per fare il quarto attaccante è un conto, tornare e scivolare nella scala gerarchica è un’altra cosa. Possibile alternative? Fino a questo momento nessuna squadra di serie A ci ha chiamato. Non abbiamo ricevuto altre offerte».